/ Attualità

Attualità | 03 luglio 2020, 17:40

A Moncalvo guarita l'ultima persona colpita dal Covid. La cittadina aleramica tira un sospiro di sollievo

Dopo 13 decessi, tra cui l'ex sindaco Giovanni Verrua e 34 guariti si inizia a guardare avanti ma "senza abbassare la guardia"

A Moncalvo guarita l'ultima persona colpita dal Covid. La cittadina aleramica tira un sospiro di sollievo

Sollievo rassicurante ma anche l'invito a non abbassare la guardia. Da Moncalvo arrivano buone notizie e sulla pagina facebook del Comune spunta un'affermazione positiva.

"Finalmente ci é stata comunicata l’effettiva guarigione anche dell’ultimo caso.
Moncalvo non ha attualmente nessun caso ufficiale attivo".

Dopo 13 morti (di cui 11 in case di riposo) e 34 guariti, la cittadina aleramica può tirare un sospiro di sollievo.

Il Covid si era portato via ad aprile anche l'ex sindaco Giovanni Verrua, 86 anni da compiere quest'estate, medico in pensione, ospite della Casa di riposo "Villa Serena".

 Ma oggi si guarda doverosamente avanti. Il sindaco Christian Orecchia ci spiega che si tratta di casi conclamati ma che i mesi di marzo e aprile, confrontati agli anni precedenti fanno pensare che i decessi per Covid siano stati decisamente superiori.

"È stata molto dura, abbiamo lavorato tantissimo per far fronte a tutte le situazioni, nelle ultime settimane quando la situazione si è tranquillizzata abbiamo lavorato molto anche per non perderci bandi in modo da poter aiutare un po' tutti e le attività che avevano, hanno, bisogno. A inizio emergenza si navigava a vista, non si sapeva cosa fare, spero che a livello sanitario migliorino le cose. Le telefonate alla Asl e al Sisp erano devastanti".

Il sindaco invita però a non abbassare assolutamente la guardia facendo l'esempio della casa di riposo di San Salvatore Monferrato: "Sembrava libera dal Covid invece ci sono state nei giorni scorsi alcune vittime. Il rischio è ancora alto e occorre fare attenzione anche per responsabilità verso i defunti e ai titolari delle attività che cercano di ripartire".

 

 

Betty Martinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium