/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 31 luglio 2020, 19:30

Stanziati dalla Regione Piemonte 10,9 milioni per contribuiti a fondo perduto finalizzati a sostenere le MPMI

Il denaro è destinato al pagamento interessi sul credito ottenuto nell’attivazione di operazioni finanziarie connesse ad esigenze di liquidità correlate l’emergenza Covid

Stanziati dalla Regione Piemonte 10,9 milioni per contribuiti a fondo perduto finalizzati a sostenere le MPMI

La giunta regionale ha approvato l’integrazione, per un importo di 10,9 milioni di euro, della quota di dotazione riservata alle Micro Piccole e Medie imprese (MPMI) nell’ambito della Misura “Emergenza Covid – 19”. Si tratta di Contributi a fondo perduto destinati a sostenere le MPMI (comprese le imprese di autoimpiego di artigiani e commercianti senza dipendenti e i lavoratori autonomi piemontesi) finalizzati al pagamento interessi sul credito ottenuto nell’attivazione di operazioni finanziarie connesse ad esigenze di liquidità approvata lo scorso mese di aprile.

Già alla sua attivazione, in sole 48 ore, erano state presentate oltre 2.000 domande da parte delle MPMI fino ad arrivare allo scorso 24 luglio a superare le 7.000 unità.

“Che fosse una misura particolarmente sentita e necessaria è stato chiaro fin da subito e abbiamo ben recepito le istanze che venivano dal mondo produttivo con una misura azzeccata per tempi e metodi”, commenta l’assessore alle Attività Economiche e Produttive Andrea Tronzano. Il sostegno alle micro e piccolo medie imprese è un atto doveroso continua Tronzano per permettere al nostro sistema produttivo di rimettersi in carreggiata dopo il lockdown. La Regione ha dimostrato sensibilità e attenzione e l’incremento di risorse va proprio nella giusta direzione di dotare il sistema dei mezzi utili per ripartire”.

Il Bando per accedere al contributo verrà adeguato alle modifiche introdotte in sede di conversione in legge del Decreto Liquidità, che consente l’allungamento fino a 120 mesi della durata massima dei finanziamenti attualmente previsti in 72 mesi.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium