/ Attualità

Attualità | 30 ottobre 2020, 07:30

Asti: tecnico di Radiologia in isolamento compie 25 anni e festeggia con gli amici dal balcone. "Non potevamo permettere che il Covid le rubasse il sorriso"

Un episodio davvero particolare è successo proprio ad Asti mercoledì. Gli amici di sempre le hanno fatto recapitare una torta e una bottiglia di vino, organizzando una serenata rap dalla strada

Asti: tecnico di Radiologia in isolamento compie 25 anni e festeggia con gli amici dal balcone. "Non potevamo permettere che il Covid le rubasse il sorriso"

Una cosa è certa. Il Covid 19 ha cambiato le nostre abitudini, il nostro modo di relazionarci all'interno del contesto sociale.

Ci ha insegnato che "si stava meglio quando si stava peggio" e che forse tutte le cose di cui ci lamentavamo un tempo non erano poi così catastrofiche. Non erano veri problemi, non erano priorità.

Il Covid, però, ci ha anche insegnato a trovare un piano B, per ritrovare il sorriso, in un momento buio che alle volte sembra non finisca mai.

È quanto è successo ad Asti mercoledì sera. Vanessa Lici, astigiana, tecnico di Radiologia a Chieri, avrebbe dovuto spegnere 25 candeline e festeggiare il suo compleanno tra amici e parenti.

Niente di così scontato, però, al tempo del Covid. Vanessa, infatti, fa un lavoro davvero impegnativo, soprattutto in questo periodo, sorvegliando toraci anche sospetti Covid, vivendo bardata dalla testa ai piedi, con tuta, camice, mascherine e visiera.

Vanessa da giorni è costretta a fare soltanto il tragitto casa-lavoro, lavoro-casa, dopo il sospetto di essere entrata a contatto con un positivo. Non può permettersi di non andare a lavoro: le forze sanitarie servono più del pane. Ecco che, però, Vanessa ha l'obbligo di isolamento non appena arrivata a casa. Non può vedere amici, non può vedere parenti e familiari.

"Siamo un gruppo di amici che si conosce dalla quarta ginnasio. Non potevamo permettere che il Covid rubasse il sorriso alla nostra Vanessa. Così, abbiamo deciso di andare sotto casa sua, con una buona torta, una bottiglia di vino e una poesia rap, che le abbiamo cantato dalla strada", racconta Vittoria, grande amica di Vanessa.

E così Vittoria, Filippo, Lorenzo, Giorgio, Fabio, Giacomo ed Eliana hanno deciso di colorare una serata speciale in un modo speciale.

"Vanessa era molto giù di morale. I sanitari sono stanchi, la situazione è davvero pesante. Viviamo in una condizione triste e preoccupante, abbiamo deciso di fare un po' gli scemi di sempre e riportarle il sorriso", continua Vittoria.

Così, il gruppo di amici dopo averle fatto una bella serenata rap dalla strada, armati di mascherine e distanze, ha fatto recapitare la torta e il vino alla festeggiata, tramite ascensore.

Uno spaccato di vita che commuove, che davvero ci fa pensare. Pensare a cosa stiamo attraversando, a quanto possa durare questa vita surreale e a quanto, però, sia meravigliosa la forza dei giovani, che, nonostante tutto, hanno una voglia matta di conservare la spensieratezza di una volta.

E che niente e nessuno potrà mai portare via.

Elisabetta Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium