/ Attualità

Attualità | 14 novembre 2020, 08:00

Asti: sotto un parcheggio per disabili la scritta "Muori" ferisce la cittadinanza

Michele Clemente (Coordinamento Asti Est): "L'autore di questa scritta infame è un esemplare non umano di una specie che dovrebbe essere umana"

Asti: sotto un parcheggio per disabili la scritta "Muori" ferisce la cittadinanza

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Michele Clemente (Coordinamento Asti Est) su una scritta comparsa sotto a un parcheggio disabili della città.

Sotto un parcheggio per disabili recentemente assegnato, qualcuno ha scritto a caratteri cubitali “MUORI”.

Nelle condizioni presenti determinate dalla pandemia, si assiste ad un incattivimento generale. È concreto il timore che il disagio sociale trovi il suo sbocco portando al potere una destra feroce. Allora, per chi pensa che la democrazia avrà pur tanti difetti ma rimane l'unico sistema dove ognuno può esprimere la sua visione del mondo e lottare per affermarla, non è più tempo di indugiare.

Come dice Greta Thunberg: “La casa sta bruciando!”, e brucia dal punto di vista climatico, sociale e politico. Di fronte a questo pericolo, bisogna fare argine e farlo subito. Le proposte ci sono, e da tempo, elaborate dalle associazioni della cittadinanza attiva.

Alcuni esempi? Reddito di base incondizionato; medicina di territorio nelle città e nei quartieri, con le necessarie assunzioni, completamente gratuita; trasporti pubblici gratuiti e di qualità; scuola pubblica rafforzata, per allargare e migliorare le conoscenze e per costruire un maggiore e migliore spirito critico, e naturalmente con gli edifici scolastici messi in sicurezza; rispetto per i diritti sociali, civili, politici ed ambientali, di tutte le persone, della natura e del vivente; patrimoniale applicata in maniera progressiva per far pagare a ciascuno secondo il suo livello di ricchezza; fasce di esenzione sui redditi personali che non riescono a dare sussistenza e dignità.

Proposte troppo radicali? Troppo costose? Un libro dei sogni? Oh, ma lo capiamo si o no che la casa sta bruciando? Una dittatura di destra, quanto sarebbe costosa per il nostro paese, in termini di umanità? E allora io sottoporrei queste proposte a tutti quelli che verosimilmente potrebbero starci: all'attuale governo, alle forze di sinistra che rimangono o che rinascono, persino a Forza Italia. Gli incendi si spengono con tutti quelli che hanno voglia di portare un secchio d'acqua. Voi cosa fareste?

L'autore di quella scritta infame è un esemplare non umano di una specie che dovrebbe essere UMANA.

Michele Clemente

Al direttore

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium