/ Cronaca

Cronaca | 25 gennaio 2021, 09:44

La denuncia di un lettore: “In via Guttuari bivaccano e spacciano a pochi metri da una scuola elementare”

I residenti lamentano anche che la zona non è coperta dal sistema di videosorveglianza comunale. L’assessore Bona: “Problema tecnico, stiamo valutando come aggirarlo”

Fermo immagine video sul degrado Asti

Vialetto d'accesso alla scala teatro di presunte attività di spaccio, sulla sinistra il cortile della scuola elementare Cavour (foto di Efrem Zanchettin - Merfephoto)

Ad alcuni giorni da un precedente articolo, sviluppato su segnalazione di un lettore (CLICCA QUI per rileggerlo), torniamo a porre l’attenzione sulla situazione venutasi a creare nell’area compresa tra via Comentina e corso Matteotti, con particolare riguardo per il parcheggio di via Guttuari. Dove, come riportato nel precedente articolo, stazionano abitualmente gruppetti di ragazzi che alcuni abitanti della zona hanno visto imbrattare i muri di attigui condomini.

“Ma il problema maggiore – rimarca oggi il lettore che ci aveva inviato la precedente segnalazione – è dato dalla scala d'uscita d'emergenza di un’autorimessa che è diventata il ritrovo ideale di tossicodipendenti e spacciatori, a pochi metri dalla scuola elementare Cavour e senza che vi siano telecamere che possano controllare e dissuadere dal ritrovarsi lì”.

“Nel giro di pochi mesi – conclude il lettore –, in questo quartiere hanno ucciso un uomo (CLICCA QUI per rileggere l'articolo), dato fuoco ad un’auto (CLICCA QUI per rileggere l'articolo), scoperto un negozio in cui si spacciava droga con tanto di distributore automatico (CLICCA QUI per rileggere l'articolo), imbrattato i muri di mezzo quartiere con graffiti e scritte ingiuriose… A parte il disagio di noi abitanti, in una via in pieno centro e a pochi metri dalla stazione, dove vi sono anche diversi alberghi, che altro deve succedere prima che si prendano provvedimenti?

L’ASSESSORE BONA: “PROBLEMA TECNICO PER LE TELECAMERE, MA VALUTEREMO COME SUPERARLO”

“Entro fine maggio-inizio giugno è prevista l’attivazione delle telecamere che verranno installate in corso Matteotti – spiega l’assessore alla Sicurezza Marco Bona, da noi interpellato – ma purtroppo, per il momento, non è possibile avere la copertura video nelle vie Comentina e Guttuari per un problema tecnico perché sono al di fuori dell’anello di fibra ottica. Però, una volta che saranno attive quelle citate, sicuramente valuteremo con i tecnici una soluzione che ci consenta di estendere il segnale anche a quella zona. Solo che, naturalmente, non potremo verificarlo finché non saranno materialmente ‘accese’ quelle già previste in corso Matteotti”.

PROBLEMA DI DECORO URBANO IN VIA ARNO

Un’altra zona cittadina che presenta problematiche di decoro urbano è quella delle case di edilizia popolare di via Arno (quartiere San Fedele) dove – come segnalato dal consigliere comunale M5S Giorgio Spata in un’interpellanza urgente – vi è un problema con i bidoni della raccolta differenziata, “stracolmi e all’apparenza insufficienti”, scrive Spata.

“La situazione esposta è già nota alla Giunta? In caso di risposta affermativa, sono state intraprese delle azioni volte alla risoluzione di tale problema? Gli abitanti delle case popolari sono in regola con il pagamento della TARI?”, chiede il consigliere all’Amministrazione.

“L’Asp – spiega Spata – sostiene di posizionare i bidoni sulla base dei residenti, calcolati su quanti risultano abitare in quegli stabili e pagano la tassa rifiuti, ma è evidente che non quelli attualmente disponibili non sono sufficienti”.

Gabriele Massaro

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium