/ Sanità

Sanità | 18 febbraio 2021, 12:40

Approvato dal Consiglio regionale il finanziamento per il completamento dell’Ospedale della Valle Belbo

Nelle intenzioni dei promotori, il trasferimento di fondi, pari a 13,9 milioni di euro, consentirà finalmente di portare a termine il cantiere

Foto d'archivio che documenta la cerimonia indetta all'epoca in occasione dell'apertura del tormentato cantiere

Foto d'archivio che documenta la cerimonia indetta all'epoca in occasione dell'apertura del tormentato cantiere

Questa mattina, il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità dei votanti la proposta di delibera che trasferisce all’Asl di Asti 13,9 milioni di euro per completare il Presidio ospedaliero Valle Belbo, con 80 nuovi posti letto.

Il provvedimento – presentato per la Giunta regionale dall’assessore alla Sanità Luigi Icardi e licenziato a maggioranza dalla Commissione Sanità lo scorso 9 febbraio – prevede che la nuova struttura divenga parte integrante dell’Ospedale unico plurisede di Asti.

Il trasferimento - frutto della revoca di un finanziamento di pari valore previsto dalla Giunta regionale nel 2018 per interventi di edilizia sanitaria - trova copertura nell’accantonamento della Gestione sanitaria accertata per l’anno 2014.

Illustrando la delibera, Icardi ha ripercorso la vicenda dell’Ospedale di Nizza Monferrato, il cui cantiere è abbandonato da alcuni anni. “Con questo finanziamento – ha sottolineato verranno realizzati i tre piani previsti nel progetto originario e, anziché Ospedale di comunità sarà Ospedale plurisede dell’Ospedale di Asti, per meglio rispondere alle esigenze del territorio in cui sorge. A questo proposito, si prevede anche la realizzazione di una pista di atterraggio per gli elicotteri”.

“Un piano – ha aggiunto - sarà dedicato ai servizi di medicina previsto di reparti di diagnostica, radiologia e analisi e gli altri due piani alla medicina di comunità”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium