/ Attualità

Attualità | 23 maggio 2021, 13:27

Gli abitanti del Villaggio Bellavista di Asti tornano a far sentire la loro voce

Ieri un'auto a forte velocità ha distrutto la campana del vetro. "Per fortuna non passava nessuno", spiegano i residenti che chiedono interventi agli assessori Bona e Morra

Gli abitanti del Villaggio Bellavista di Asti tornano a far sentire la loro voce

Il Villaggio Bellavista di Asti, molto cresciuto negli anni e a due passi dalla città, da tempo lamenta alcune criticità in tema sicurezza e carenze di collegamenti per il centro, nonostante la prestigiosa presenza in zona della clinica Sant'Anna

Alcuni abitanti hanno dato vita anche ad un gruppo Facebook proprio per segnalare eventuali problematiche.

Ieri nel tardo pomeriggio in via Urbani, un auto a forte velocità, ha travolto la campana di vetro e gli abitanti della zona hanno sentito un violento boato.

"Per fortuna non c' era nessuno a piedi nei paraggi"- scrive sul gruppo un residente che si appella all'assessore alla Sicurezza Marco Bona e ai Lavori pubblici, Stefania Morra.

"Sicuramente - aggiunge - ci fosse stata una telecamera in zona si sarebbe visto il tutto, ma invece per ora si deve attendere. Io non so cosa si può fare per migliorare e rendere più sicura la zona"

Oltre all'appello segnala con fotografie quanto l' autovelox installato, mancante di cilindro superiore, sia praticamente diventato un cestino per i rifiuti.

"C'è un progetto per la messa in sicurezza delle vie del quartiere?".

"Su via Urbani - commenta un altro residente - raggiungono velocità folli, da pista di Formula 1 e non da quartiere abitato come dovrebbe essere. Chiederemo a Maurizio Rasero e alla sua giunta di installare un po’ di segnaletica 30 km/h e  qualche dosso. Per raggiungere la clinica le ambulanze faranno il giro largo. Prima la sicurezza".

Proprio qualche settimana fa è stato sistemato e messo in sicurezza il piccolo parco di via Campassi.

Betty Martinelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium