/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 11 luglio 2019, 07:00

Marco Melandri: la nuova generazione in MotoGP, quei due mondiali sfumati e tanto altro!

Appesa la "moto" al chiodo, Melandri si reinventa opinionista.

Marco Melandri: la nuova generazione in MotoGP, quei due mondiali sfumati e tanto altro!

È stato uno dei grandi protagonisti nel mondo del motociclismo nella prima decade degli anni Duemila e ancora oggi è senz’altro un piacere ascoltarlo. Risposte prevedibili mai, esattamente come era in pista, genuino e un po’ folle, ma sempre con un coraggio da vendere. Stiamo parlando di Marco Melandri, uno dei piloti italiani più forti degli ultimi decenni, che si è raccontato in una bellissima intervista rilasciata al famoso blog sportivo L’insider.

Molto interessante mettere in evidenza tutti i vari spunti che Melandri ha dato anche agli appassionati di scommesse sportive, in modo particolare quelli a cui piace fare pronostici sulla MotoGP, dal momento che si è espresso senza peli sulla lingua su alcuni argomenti scottanti in relazione al circus del campionato di motociclismo più amato e seguito in tutto il mondo.

Appesa la “moto” al chiodo, Melandri si reinventa opinionista

Il ritiro dal mondo delle corse è avvenuto durante lo scorso anno: da quel momento in avanti, l’ex pilota ravennate ha scelto di intraprendere una nuova avventura, in un percorso che potrebbe comunque riservargli grandi soddisfazioni: si tratta della carriera da giornalista, verso cui tra l’altro sembra avere davvero un talento.

Infatti, Melandri si è lasciato andare a un’intervista molto interessante, in cui ha svelato diversi aneddoti che riguardano la sua storia da centauro, riservando poi anche dei pareri che solo il suo occhio esperto poteva garantire, in relazione all’attuale universo delle corse.

Sulla carriera di Melandri pesano due grandi delusioni, che probabilmente hanno un po’ offuscato lo straordinario percorso come pilota. Due eventi che hanno reso impossibile il raggiungimento di due titoli iridati che, in effetti, il “Macho” avrebbe meritato eccome, se non fosse per tutto l’impegno che ci aveva messo nel coronare tali sogni.

Un Mondiale perso quando correva in MotoGP, con l’incidente, davvero brutto nelle modalità, occorso sul tracciato di Barcellona, che gli precluse in via definitiva ogni chance di lottare per il titolo iridato. Correva in quel caso l’anno 2006, ma poco tempo dopo Melandri si è ritrovato in sella in Superbike con un’altra occasione per affermarsi come campione del mondo. Anche in questa occasione, purtroppo, per colpa di una vicenda gestita probabilmente nel peggior dei modi, gli ha impedito di raggiungere il tanto agognato allora con la BMW, in un campionato che sembrava ormai saldamente nelle sue mani.

La MotoGP: da Rossi al ricambio generazionale

Se i rimpianti fanno parte ormai del passato, Melandri si è divertito nel discutere e parlare su argomenti particolarmente scottanti che si riferiscono al presente e che non lo riguardano in prima persona. Infatti, l’ex pilota ravennate si è esposto senza problemi alla domanda relativa al futuro di Valentino Rossi. Certo, fa strano citare un campione come Valentino in riferimento a quello che potrà accadere nel corso dei prossimi mesi.

In effetti, a 42 anni suonati, bisogna solo lodare l’atteggiamento da ragazzino che permette al “Dottore” di continuare a correre, anche se la domanda che si fanno tutti è per quanto possa continuare? Anche Melandri ha provato a rispondere, mettendo in evidenza come probabilmente sarà complicato centrare un altro titolo mondiale, anche e soprattutto per via delle nuove leve del motociclismo che si stanno ormai prendendo la scena.

In MotoGP, come ha ben evidenziato Marco Melandri, è in atto un ricambio generazionale sotto ogni aspetto, che sta portando piloti molto giovani a livelli estremamente alti. Corrono con grande intensità e sono molto veloci: anche per questa ragione sarà decisamente complicato rivedere Valentino Rossi in cima al mondo un’altra volta.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium