/ Scuola

Scuola | 29 luglio 2021, 13:13

Anche tre studentesse del Vercelli tra i 98 studenti vincitori di un concorso di storia contemporanea

L’iniziativa, sviluppata e promossa dal Comitato Resistenza e Costituzione, presso il Consiglio regionale, è finalizzata a approfondire temi chiave del passato e del presente

Il cancello del campo di concentramento di Auschwitz

Il cancello del campo di concentramento di Auschwitz

Figurano anche tre ragazze astigiane (Federica Ferraris, Greta Ghiazza e Matilde Poggio, studentesse del liceo Scientifico “Vercelli” coordinate dal docente Gianccosimo Del Vecchio), tra i 98 studenti vincitori dell’annuale progetto di storia contemporanea del Comitato Resistenza e Costituzione, presso il Consiglio regionale, riservato agli istituti di istruzione secondaria di II grado e agli enti di formazione professionale.

“In 40 anni il Progetto di Storia contemporanea – ha dichiarato Mauro Salizzoni, vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte delegato al Comitato – ha coinvolto tanti studenti e insegnanti, e la partecipazione a questa ultima edizione, in un periodo tanto complesso e difficile per le nostre ragazze, i nostri ragazzi e le loro famiglie, conferma la validità e l’importanza di questa iniziativa del Comitato Resistenza e Costituzione”.

“Una partecipazione – ha ancora affermato Salizzoni – che ci rende ancora più orgogliosi a fronte di dati allarmanti, che fotografano un peggioramento della preparazione dei nostri alunni, anche a causa del ricorso alla Dad. Per contrastare intolleranza, razzismo e ignoranza serve un forte impegno culturale, educativo, istituzionale, che è la ragione per cui è nato questo Comitato. Ed il Progetto di Storia contemporanea ben esprime le ragioni del nostro impegno, dimostrando che nei più giovani c’è una grande voglia di approfondire i temi chiave del nostro passato come del nostro presente”.

Per questa edizione sono stati scelti temi di particolare attualità: il fascismo e la guerra, i simboli del passato, la Spagnola e il Covid, il ruolo della scienza e della conoscenza. I giovani partecipanti hanno potuto scegliere di sviluppare queste tracce con grande libertà espressiva: in forma di elaborati scritti, fotografie, realizzazioni artistiche, mostre documentarie, prodotti audiovisivi, multimediali o altro.

Oltre alle ragazzi astigiane, gli altri studenti vincitori provengono dalle provincie di Torino, Cuneo, Novara, Vercelli e Alessandria.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium