/ Palio

Palio | 01 agosto 2022, 16:36

Si corre il Palio... Si corre il Palio. Asti torna a rivivere la sua manifestazione più attesa

In programma domenica 4 settembre. Da domani, 2 agosto, in vendita i biglietti

MerfePhoto

MerfePhoto

Da domani,martedì 2 agosto parte ufficialmente la vendita dei biglietti per l’edizione 2022 del Palio di Asti, in programma domenica 4 settembre.

I biglietti saranno acquistabili presso la biglietteria del Palio in Via Leone Grandi, angolo piazzetta Italia, secondo i seguenti orari:

Ø  dal 2 al 26 agosto: da lunedì a venerdì dalle ore 10 alle ore 18. Sabato dalle ore 10 alle ore 13

Ø  dal  26 Agosto al 3 settembre dalle ore 10 alle ore 19 

Ø  domenica 4 Settembre dalle ore 9 alle ore 16

Ø  13, 14 e 15 agosto chiuso

Per maggiori informazioni: tel. 0141 399057 – biglietteriapalio@comune.asti.it

Ø  Dal 9 agosto è possibile acquistare i biglietti online piattaforma Biglietto Veloce 

Sino al 9 agosto è possibile prenotare  biglietti via mail all’indirizzo biglietteriapalio@comune.asti.it indicando tipologia di tribuna, numero di biglietti, città di residenza e recapito telefonico.

Si torna a correre il Palio...

Domenica 4 settembre si corre il Palio di Asti e la città torna indietro nel tempo di quasi 750 anni, fino al 1275, anno in cui si corse il primo Palio vicino alle mura della allora nemica città di Alba.

21 i cavalli al canapo in una delle feste popolari più suggestive del territorio nazionale che ogni anno unisce la città e i borghi circostanti e raccoglie migliaia di turisti, appassionati e curiosi che arrivano ad Asti per vivere un weekend di storia e tradizione.

Si inizia il giovedì 1 settembre con la presentazione pubblica dal balcone di Palazzo Civico dei 21 fantini che gareggeranno e con l’estrazione a sorte delle batterie.

Da giovedì a sabato, in Piazza San Secondo, si tiene il tradizionale mercatino del Palio in cui ogni comitato offre curiosi e originali oggetti rigorosamente confezionati con i colori di ogni Borgo, Rione e Comune partecipante: manufatti artigianali realizzati appositamente per l’occasione, cimeli storici e molto altro.

Il venerdì e sabato sera Asti è animata dalle famose cene propiziatrici: lunghissime tavolate collocate nelle vie e nelle piazze della città e dei dintorni, pronte ad accogliere centinaia tra astigiani, turisti, curiosi e amanti della buona cucina, con musica, piatti della tradizione piemontese e menù che ripropongono ricette e sapori medievali.

Il sabato è in programma il corteo dei bambini: 1000 piccoli figuranti, dai 5 ai 15 anni, in costume medievale che da Piazza Cairoli giungono in Piazza Alfieri per assistere alle prove in pista dei cavalli e fantini dei rispettivi Borghi, Rioni e Comuni

La domenica del Palio, il 4 settembre, inizia con la cerimonia della benedizione del cavallo e del fantino nelle chiese cittadine.

La mattinata termina con l’esibizione, in Piazza San Secondo, degli sbandieratori dell’A.S.T.A: il biglietto da visita del Palio di Asti in Italia e nel mondo. Il Gruppo, composto da circa 80 atleti tra tamburini e sbandieratori, offre una spettacolare varietà di esibizioni. I costumi sono fedeli riproduzioni medievali e le bandiere presentano i colori dei Borghi, Rioni e Comuni che corrono il Palio.

Alle 14 è in programma l’affascinante sfilata storica del Palio, la più grande d’Italia, con 1200 figuranti. Un imponente corteo che rievoca la storia medievale della città tra il XII e XV secolo.

I costumi, fedeli riproduzioni d’epoca, sono realizzati dalle sartorie teatrali e si ispirano a dipinti e affreschi di età medievale. La sfilata è il frutto di un lavoro minuzioso e certosino per trovare tessuti, fogge e accessori, acconciature e attrezzature storicamente coerenti.

Alle 16, in Piazza Alfieri, il Mossiere dà il via al Palio.

3 batterie da 7 cavalli e una finale composta da 9 cavalli che si correrà verso le 18. I fantini si sfideranno per aggiudicarsi la gloria e l’ambito “Drappo”.

Opera quest’anno del pittore astigiano Silvio Volpato, il grande drappo di velluto decorato con le insegne di Asti è il sogno cui aspirano i ventuno contendenti del Palio.

Un simbolo di appartenenza alla città dal valore inestimabile che lega presente, passato e futuro e che si aggiunge alla collezione di antichi Drappi custoditi al Museo del Palio di Palazzo Mazzola.

Il Palio di Asti è un evento atteso e sentito ora come nel XIII secolo, che negli anni evolve pur rimanendo sempre sé stesso, nella più profonda cura, rispetto e sicurezza dei suoi protagonisti: i cavalli, i fantini e gli spettatori.

Una tradizione lunga secoli che nonostante il passare del tempo conserva intatta la magia della storia e tramanda un senso di comunità unico, capace affascinare e tenere unita una città.

I PARTECIPANTI

1 mossiere, 7 comuni, 6 rioni, 8 borghi.

21 fantini in sella ad altrettanti cavalli si sfidano per aggiudicarsi l’ambitissimo drappo del Palio.

La corsa è regolata dal Mossiere, Renato Bircolotti che, da un podio, chiama i partecipanti alla batteria e quando giudica regolamentare l’allineamento, fa cadere il “canapo”, una grossa corda lunga circa 15 metri e pesante quasi un quintale.

I cavalli si sfidano in tre giri di corsa su una pista formata da circa settecento metri cubi di sabbie astiane e lunga 450 metri. Vince il cavallo che per primo “taglia il traguardo”.

I COLORI DELPALIO

COMUNE DI BALDICHIERI - argento, azzurro e oro

COMUNE DI CASTELL’ALFERO - azzurro, bianco e oro

COMUNE DI SAN DAMIANO - rosso e blu

COMUNE DI MONTECHIARO - bianco e celeste

COMUNE DI CANELLI - bianco e azzurro

COMUNE DI NIZZA MONFERRATO - giallo e rosso

COMUNE DI MONCALVO - bianco e rosso

RIONE SAN SECONDO - bianco e rosso

BORGO SAN MARZANOTTO - oro e blu

BORGO SANTA MARIA NUOVA - rosa e azzurro

RIONE SAN PAOLO - oro e rosso

RIONE SAN SILVESTRO - oro e argento

RIONE SAN MARTINO SAN ROCCO - bianco e verde

BORGO TORRETTA - bianco, rosso e blu

BORGO VIATOSTO - bianco e azzurro

BORGO SAN PIETRO - rosso e verde

BORGO TANARO TRINCERE TORRAZZO - bianco e azzurro

BORGO SAN LAZZARO - giallo e verde

BORGO DON BOSCO - giallo e blu

RIONE SANTA CATERINA - rosso e celeste

RIONE CATTEDRALE - bianco e azzurro

 

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium