/ Attualità

Attualità | 21 novembre 2023, 10:54

Asti celebra la Giornata per l’eliminazione della violenza sulle donne con una serie di eventi

Per l'occasione verrà affisso uno striscione contro la violenza sulle donne sulla facciata del Palazzo Comunale

Asti celebra la Giornata per l’eliminazione della violenza sulle donne con una serie di eventi

La Commissione Pari Opportunità della Città di Asti ha annunciato una serie di eventi in occasione della “Giornata per l’eliminazione della violenza sulle donne”, che si terrà il prossimo 25 novembre.

La giornata inizierà alle ore 10 con la deposizione di fiori presso il Cimitero di Asti, in memoria delle donne vittime di violenza. Successivamente, alle ore 12, verrà affisso uno striscione contro la violenza sulle donne sulla facciata del Palazzo Comunale. Questa iniziativa è stata proposta dall’Associazione Futura e realizzata in collaborazione con il Comune di Asti.

In concomitanza con l’affissione dello striscione, avverrà la distribuzione di braccialetti a molla offerti dall’azienda Mollificio Astigiano. I braccialetti portano lo slogan “Una molla…per non mollare!”, un messaggio di incoraggiamento e solidarietà.

Durante la giornata, sarà possibile visionare le vetrine di abbigliamento maschile che hanno aderito all’iniziativa “La violenza contro le donne è un affare degli uomini!”. Questa iniziativa mira a coinvolgere gli uomini nella lotta contro la violenza sulle donne, sottolineando che la responsabilità di porre fine a questa piaga sociale è di tutti.

Questi eventi rappresentano un importante passo avanti nella lotta contro la violenza sulle donne, e dimostrano l’impegno della città di Asti nel promuovere la parità di genere e i diritti femminili. 

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium