/ Scuola e lavoro

Scuola e lavoro | 21 novembre 2019, 11:31

Asili nido, la soddisfazione della Funzione Pubblica CGIL dopo proficua riunione in Municipio

Nel corso dell’incontro sono stati definiti quattro punti finalizzati a migliorare il servizio e le condizioni di lavoro del personale

Asili nido, la soddisfazione della Funzione Pubblica CGIL dopo proficua riunione in Municipio

Il settore Funzione Pubblica della CGIL informa che si è recentemente svolta in Municipio una riunione relativa il personale degli uffici nido, nel corso della quale sono state assunte importanti decisioni.

  • L’organico passerà da 51 a 53 operatori, con l’introduzione di due educatori “jolly”che, assunti in pianta stabile, garantiranno le sostituzioni del personale assente e quindi il normale svolgimento del servizio, fermo restando la possibilità di attingere alla graduatoria del concorso

  • Verrò introdotta la turnazione sperimentale su base bimestrale al fine di garantire fasce di presenza ottimali che vengono incontro sia alle esigenze del personale (senza le attuali penalizzazioni relative al parziale riconoscimento della indennità prevista dal contratto) che dello svolgimento del servizio

  • Tutto il personale sarà coinvolto in un piano di formazione professionale continua anche con ausilio di enti formativi esterni

  • Alcuni punti contrattuali della intesa raggiunta saranno monitorati costantemente dalle parti per verificarne la applicazione puntuale

Il sindacato esprime altresì il proprio ringraziamento a lavoratori e lavoratrici del settore che hanno partecipato alle assemblee svoltesi nel corso dei mesi e l’Amministrazione ed il sindaco Rasero “per la sua presenza diretta nella trattativa svolta in prefettura, perché in tal modo ha dato il segnale da noi aspettato e cioè della massima attenzione verso il sistema degli asili nido pubblici di Asti, che vanno così rilanciati al fine di un miglioramento continuo delle condizioni di lavoro degli addetti e del servizio reso alla utenza che, ricordiamo… in primis sono i bambini”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium