/ Cronaca

Cronaca | 10 dicembre 2019, 19:34

Il Prefetto di Asti ha incontrato i sindaci dei Comuni colpiti dal maltempo

L'incontro si è svolto oggi a Bubbio, alla presenza del Presidente della Provincia Paolo Lanfranco

Il Prefetto di Asti ha incontrato i sindaci dei Comuni colpiti dal maltempo

Il Prefetto di Asti Alfonso Terribile si è recato questa mattina in visita a Bubbio per incontrare i sindaci dei Comuni della Val Bormida, tra le zone più colpite dall’evento meteorologico che ha interessato lo scorso novembre il territorio astigiano.

L’evento, promosso dal Prefetto d’intesa con il Presidente della Provincia Paolo Lanfranco, si è svolto presso la ex Confraternita dei Battuti, alla presenza del Questore, del Comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, del Comandante provinciale della Guardia di Finanza, nonché dei rappresentanti dei Vigili del Fuoco, della Regione Piemonte e del Corpo A.I.B. Piemonte.

Nell’occasione, i sindaci dei Comuni di Bubbio, Cassinasco, Castel Rocchero, Cessole, Loazzolo, Mombaldone, Monastero Bormida, Montabone, Olmo Gentile, Roccaverano, Rocchetta Palafea, San Giorgio Scarampi, Serole, Sessame e Vesime, facenti capo al Centro Operativo Misto di Bubbio, hanno esposto le principali problematiche di protezione civile emerse a seguito delle eccezionali precipitazioni del 23 e del 24 novembre scorso.

In proposito gli amministratori locali, nel riconoscere l’importanza del ruolo svolto dal C.O.M. guidato dal sindaco Stefano Reggio, hanno evidenziato che se le esondazioni e gli allagamenti sono stati limitati, grazie alle opere di contenimento e rinforzo messe in atto nel 2016, numerose sono state tuttavia le frane e gli smottamenti, anche di rilevante entità e notevole estensione territoriale, che hanno determinato diffuse criticità sulla rete viaria.

Interventi pari ad oltre 2.700.000 euro

Al riguardo il Presidente della Provincia ha riferito di aver già trasmesso alla competente Direzione regionale un elenco di interventi di somma urgenza per un valore pari ad oltre 2.700.000 euro, di cui 500.000 euro per interventi sulle frane verificatesi sulla S.P. 6 “Montegrosso-Bubbio”.

Ha inoltre sottolineato che, pur nella ristrettezza delle risorse umane e strumentali attualmente disponibili, l’Amministrazione Provinciale sta già effettuando ogni intervento utile ad assicurare il tempestivo ripristino della viabilità, tenuto conto delle fondamentali competenze assegnate all’Ente provinciale.

La riunione di oggi ha costituito inoltre l’occasione per analizzare i punti di forza e gli elementi di debolezza emersi nel corso della gestione dell’ultimo evento meteorologico, allo scopo di perfezionare il sistema di protezione civile sulla base dell’esperienza maturata. 

L'importanza della formazione

Tra i vari spunti forniti dagli attori del sistema, l’esigenza di investire sulla formazione dei responsabili territoriali di protezione civile, di curare la logistica, di dotarsi di adeguate risorse ed equipaggiamenti, nonché di perfezionare l’efficacia delle comunicazioni in fase di emergenza, anche tramite l’attivazione di canali alternativi alla telefonia mobile.

A conclusione dell’incontro il Prefetto, nel rimarcare l’importanza strategica della prevenzione, ha invitato i sindaci a coinvolgere attivamente la cittadinanza in iniziative tese a promuovere e diffondere la cultura della protezione civile, affinché l’intera collettività sia pienamente consapevole dei rischi del territorio e dei comportamenti più adeguati per fronteggiarli.

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium