/ Cronaca

Cronaca | 26 ottobre 2019, 08:08

A Costigliole d'Asti, una panchina rossa per ricordare Elena Ceste

L'inaugurazione è avvenuta ieri, nel giorno del compleanno della donna

A Costigliole d'Asti, una panchina rossa per ricordare Elena Ceste

Un simbolo contro la violenza sulle donne, per ricordare una donna, una mamma, che proprio ieri avrebbe compiuto gli anni.

È stata infatti inaugurata a Costigliole, nel giorno del compleanno di Elena Ceste una panchina rossa. Rossa come il colore simbolo contro la violenza sulle donne, rossa come il sangue versato da tante donne che hanno subito violenza e sono morte, per mano di compagni, mariti, uomini che non le amano ma credono di possederle.

L’iniziativa è dell’Amministrazione comunale di Costigliole con il Centro Antiviolenza Orecchio di Venere (di cui ricorre il decennale).

La panchina è stata inaugurata (e benedetta dal parroco, don Roberto Zappino) davanti alla chiesa di Santa Margherita, alla presenza dei genitori di Elena e tante autorità che hanno voluto portare il loro omaggio e i loro pensieri. Dal questore di Asti Alessandra Faranda Cordella, al Tenente Colonnello Pierantonio Breda, l’assessore ai Servizi Sociali Mariangela Cotto, Elisa Chechile dell’Orecchio di Venere, tutta l’Amministrazione di Costigliole guidata dal sindaco Enrico Alessandro Cavallero e molti altri.

Betty Martinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium