/ 

In Breve

| 22 gennaio 2020, 14:10

Rasero e Morra: proseguiamo gli incontri per arrivare al blocco dei passaggi in città di mezzi pesanti

L'incidente verificatosi questa mattina in piazza Porta Torino ha riportato in primo piano l'annoso problema, che influenza pesantemente anche la viabilità cittadina

Un'immagine d'archivio del sindaco Rasero e dell'assessore Morra

Un'immagine d'archivio del sindaco Rasero e dell'assessore Morra

L’incidente verificatosi questa mattina in piazza Porta Torino dove, per cause in fase di accertamento, un mezzo pesante adibito a ‘trasporto eccezionale’ ha parzialmente schiacciato una utilitaria (CLICCA QUI per rileggere l’articolo) ha riportato in primo piano il problema – peraltro particolarmente sentito proprio in quella tratta, già normalmente congestionata anche in assenza di sinistri – del passaggio in città dei mezzi pesanti adibiti a quel tipo di trasporti.

Tema già al centro di un precedente incontro – svoltosi in Municipio nel luglio scorso, cui avevano preso parte il sindaco Maurizio Rasero, l’assessore alle Infrastrutture Stefania Morra, il comandante della Polizia Municipale Riccardo Saracco e l’ing. Paolo Platania, dirigente del settore Viabilità della Provincia di Alessandria – al termine del quale si era concordato che questi mezzi transitino esclusivamente tra i caselli Asti Est e Ovest (CLICCA QUI per rileggere l’articolo)

Questi trasporti eccezionali ci ha spiegato il sindaco Maurizio Rasero vengono autorizzati dalla prima Provincia in cui transitano. Per cui, per quelli in ingresso da fuori Piemonte, l’ente di riferimento è la Provincia di Alessandria. L’obiettivo cui vogliamo arrivare è che la Provincia di Alessandria, prima di autorizzarne il passaggio, interpelli i Comuni del territorio su cui dovranno transitare, compreso ovviamente il Comune capoluogo”.

“A giorni – conclude il primo cittadino – avremo un tavolo di lavoro sul tema proprio perché vogliamo arrivare ad un diniego totale e impedire il passaggio di quelli che erano già stati autorizzati. Vogliamo arrivare a un blocco totale del passaggio di questi mezzi entro febbraio

“E’ dalla scorsa primavera che abbiamo preso contatti con la Provincia di Alessandria – conferma l’assessore comunale alle Infrastrutture Stefania Morraperché questi trasporti eccezionali, in particolare relativi il trasporto di coils e laminati grezzi, ricevono autorizzazioni di tipo multiplo della durata media di circa un anno. Noi abbiamo più volte ribadito che vogliamo interrompere questi passaggi, non per inesistenti problemi strutturali del cavalcavia Giolitti, come girava voce in passato, ma per evitare un eccessiva usura delle infrastrutture stradali e per evitare passino in zone in cui vi è passaggio pedonale".

“Vi sono stati più incontri finalizzati a definire il blocco dei passaggi – prosegue l’assessore Morra – e a breve ci sarà un ulteriore incontro anche con rappresentati degli autotrasportatori. Consideriamo poi che da giugno chiuderemo il cavalcavia Giolitti per dei lavori, per cui sicuramente quei mezzi non potranno transitarvi e probabilmente dovremo adottare misure ancor più restrittive, perché non possiamo permettere che mezzi di quelle dimensioni transitino in piazza del Palio per raggiungere corso don Minzoni”.

Tornando però all’incidente verificatosi in mattinata, va doverosamente riportato anche quanto affermato, in un commento lasciato sulla pagina Facebook del nostro giornale, da una persona qualificatasi come il camionista alla guida del mezzo pesante: “Punto primo abbiamo l’autorizzazione a circolare su quella tratta. Punto secondo se gli automobilisti la smettessero di fare sorpassi azzardati sulla destra per di più ove è impossibile fisicamente effettuarli oltre che legalmente si eviterebbero molto disagi al traffico ed incidenti simili.. e tengo inoltre a precisare che gli unici ad essere coinvolto e la Fiat panda (che ha appunto mi ha cercato di sorpassare sulla destra in prossimità di una rotatoria) ed il mezzo pesante”.

 

Gabriele Massaro

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium