/ Attualità

Attualità | 18 luglio 2019, 13:34

Confronto in Municipio riguardo i camion dei trasporti eccezionali che attraversano la città

All'incontro, oltre al sindaco, all'assessore Morra e al comandante della Municipale Saracco, ha preso parte anche il dirigente della Viabilità della Provincia di Alessandria

Confronto in Municipio riguardo i camion dei trasporti eccezionali che attraversano la città

Il tema del frequente passaggio sulle strade cittadine di trasporti di coils e laminati grezzi, in gran parte provenienti dalla Lombardia e dalle altre regioni limitrofe, è stato al centro di un incontro, svoltosi in Municipio, cui hanno preso parte il sindaco Maurizio Rasero, l’assessore alle Infrastrutture Stefania Morra, il comandante della Polizia Municipale Riccardo Saracco e l’ing. Paolo Platania, dirigente della Viabilità della Provincia di Alessandria.

Quest’ultimo è stato coinvolto nella riunione in quanto la norma vigente prevede che, nel caso il transito di mezzi di trasporto eccezionale abbia origine da fuori regione, le autorizzazioni vengano rilasciate dalla provincia che per prima è interessata dal percorso effettuato dal veicolo o trasporto eccezionale, quindi proprio dalla provincia alessandrina.

Nel corso del confronto si è concordato che, per evitare un eccessivo impatto di questo veicoli eccezionali sulle strade e su tutte le infrastrutture che incontrano lungo il loro percorso, causandone l’usura, questi mezzi possono transitare nel tratto autostradale Asti Est - Asti Ovest.

Durante l’incontro è stata ripresa anche una questione da un po’ di tempo accantonata, ovvero la necessità di intraprendere nuovamente il dialogo tra Regione Piemonte e province per avviare il catasto stradale unificato e le autorizzazioni a livello informatico, in modo da avere un sistema di autorizzazione unico per tutta la Regione ed una valutazione di più rapida comprensione da parte degli operatori del settore.

A tal proposito il sindaco Rasero ha ritenuto di fondamentale importanza promuovere questa tematica alla Regione, scrivendo immediatamente all’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Gabusi per proporgli la convocazione di tavoli ad hoc.

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium