/ Attualità

Attualità | 03 marzo 2020, 12:44

Funerali, in Piemonte sarà permesso portare a casa per un ultimo saluto le salme dei defunti morti in ospedale

L’attuale normativa non consente di spostare il corpo presso uno spazio diverso dalla camera mortuaria

Un'immagine d'archivio del Consiglio regionale del Piemonte

Un'immagine d'archivio del Consiglio regionale del Piemonte

Novità nell’ambito funebre in Piemonte. La Regione ha approvato ad ampia maggioranza il testo unificato delle proposte di legge numero 5 - a prima firma del consigliere del Pd Daniele Valle -  e 75 - a prima firma dell’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi - di modifiche alla leggi 15 del 2011 (Disciplina attività servizi necroscopici) e 20 del 2007 (Disposizioni in materia di cremazione e dispersione delle ceneri).

Grazie a questi cambiamenti verrà permesso di portare le salme delle persone morte in ospedale a cassa aperta nelle sale del commiato o presso l’abitazione privata, sempre con il nulla osta del medico legale. Concesso di trasferire il defunto dalla propria casa alle stanze per l’ultimo saluto allestite presso i cimiteri, le pompe funebri o altre strutture.

Attualmente la normativa, in caso di decesso in struttura sanitaria, non permetteva di spostare il corpo presso un altro spazio: il trasferimento era ovviamente concesso per il funerale, ma a bara chiusa.

“E’ un passo in avanti di civiltà - ha commentato il consigliere regionale del Pd Daniele Valle -, che permette un avanzamento in materia”. “In questo modo - prosegue il consigliere dem - si riconosce alle famiglie una vera libertà di scelta circa le modalità con cui dare l’ultimo saluto e si salvaguarda la possibilità di donare gli organi e in seguito spostare la salma per il commiato”.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium