/ Solidarietà

Solidarietà | 23 settembre 2021, 13:25

Ottimi riscontri per la “Maratona Diffusa” dell’Associazione Alzheimer di Asti

L'iniziativa ha fatto registrare la partecipazione di oltre 500 partecipanti, con più di 12.000 chilometri percorsi

I partecipanti della marcia a Villa Quaglina

I partecipanti della marcia a Villa Quaglina

E’ terminata la “Maratona Diffusa”, iniziata giovedì scorso, che anche quest’anno l’Associazione Alzheimer di Asti in collaborazione con la “Fondazione Maratona Alzheimer” e con le Associazioni Alzheimer italiane aderenti ha organizzato dal 16 al 21 settembre in occasione della Giornata Mondiale Alzheimer.

Numerosi i volontari dell’Associazione Alzheimer Asti presieduta da Maria Teresa Pippione e dal suo vicepresidente Mario Francesconi e semplici cittadini - oltre 500 le persone coinvolte che hanno percorso più di dodicimila chilometri – durante i cinque giorni dedicati.

Iniziata giovedì 16 settembre a Villa Quaglina con una camminata nella Natura a cui ha preso parte il “Gruppo Allegri Alpinisti” e il “Gruppo Amici della Caraffa” è proseguita venerdì a Canelli per avere il suo clou sabato nella sede dell’Associazione Alzheimer Asti dove si è svolta una cerimonia in ricordo del dottor Daniele Caneparo, neurologo che lavorava per l’ASL di Asti, Neurologo del Centro Disturbi Cognitivi e Demenze morto nel giugno 2020 in un incidente in montagna, la sua grande passione.

Alla commemorazione durante la quale è stata scoperta una targa in ricordo del medico scomparso, è intervenuto anche Luca Caneparo con la moglie Marilena che ha ricordato la grande passione per la montagna del fratello, mentre la figura professionale e la grande umanità del dottore nei tanti anni di collaborazione sono stati rivissuti dalla presidente dell’Associazione Alzheimer Asti, Maria Teresa Pippione, e dal vicepresidente, dottor Marcello Francesconi. Erano inoltre presenti il dottor Vincenzo Angoretto neurologo in forza al Cdcd, Lidia Vada, infermiera che ha lavorato per 9 anni con il dottor Caneparo e il dottor Andrea Morra, dirigente medico del Distretto dell’ASL. Il “Gruppo Amici della Caraffa” di Asti che ha eseguito alcuni canti.

Il pomeriggio si è chiuso con la celebrazione della Santa Messa in ricordo di tutte le persone defunte a causa delle malattie neurodegenerative. Lunedì la Maratona ha toccato i centri di San Damiano e Cisterna e sono stati coinvolti anche gli scolari dell'Istituto Comprensivo di San Damiano con i plessi di San Damiano, Gorzano, San Giulio, Tigliole, Antignano e Cisterna.

A Castello d’Annone imponente partecipazione della A.S.D. Nordic Walking Asti presente con oltre trenta partecipanti e l’Assessore all’Ambiente Osvaldo Rigogliosi a fare gli onori di casa, si è conclusa la “Maratona Diffusa”.

Durante le giornate della “Maratona Diffusa” i singoli partecipanti potevano inoltre svolgere percorsi in autonomia. Grazie anche ai punti d’informazione con la presenza di professionisti previsti nei vari punti d’informazione, i partecipanti potevano conosce non solo le finalità della manifestazione che è stata quella di proseguire la “Grande Marcia” per i diritti, la cura e la ricerca sulle demenze, diffondere l’opera di sensibilizzazione e informazione, sostenere la ripartenza delle attività delle associazioni locali, promuovere la prevenzione delle malattie neurodegenerative proponendo esperienze di movimento.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium