/ Attualità

Attualità | 11 ottobre 2021, 07:30

Da oggi si possono presentare domande per le case popolari del comune di Asti

Il nucleo deve possedere un ISEE non superiore a 21mila euro e nessun componente deve essere titolare di alloggi

Domande case popolari all'Atc di Asti

La sede Atc di Asti

A partire da oggi, lunedì 11 ottobre, sarà  possibile presentare domanda per l’assegnazione di alloggi di edilizia sociale che si renderanno disponibili nel Comune di Asti. La riapertura del bando pubblicato lo scorso 15 marzo si è resa opportuna a seguito di quanto disposto con una decisione amministrativa assunta dalla Prima Sezione Civile dal Tribunale di Torino.

Nel periodo di riapertura del bando, potranno presentare domanda i cittadini italiani o di uno Stato aderente all’Unione Europea o di uno Stato non aderente all’Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia, aventi residenza anagrafica o attività lavorativa da almeno cinque anni nel territorio della Regione Piemonte con almeno tre anni, anche non continuativi, in uno dei Comuni dell’ambito territoriale di competenza.

Il nucleo richiedente deve possedere un ISEE non superiore ad 21.201,19 euro e nessun componente deve essere titolare di alloggi adeguati alle esigenze del nucleo ubicati in qualsiasi comune del territorio nazionale o all’estero. Quest’ultimo requisito potrà essere autocertificato anche da parte dei cittadini appartenenti a stati non UE.

Tutti i requisiti richiesti devono essere in ogni caso posseduti al 22/02/2021, data di pubblicazione del bando. Le domande andranno presentate nel periodo 11 ottobre – 12 novembre presso la sede dell’ATC di via Carducci 84, previo appuntamento telefonico al numero 378/3016748. Nel periodo di riapertura del bando sarà possibile ritirare i moduli di domanda presso la sede di ATC oppure scaricarli dai siti www.comune.asti.it - www.atcpiemontesud.it dove sarà inoltre reperibile il testo del bando.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium