/ Attualità

Attualità | 05 dicembre 2021, 19:23

Asti non ce l'ha fatta: non sarà Capitale Europea del Volontariato 2023

Nel corso della cerimonia conclusiva, l’importante riconoscimento è stato assegnato alla Norvegia, con la città di Trondheim

Alcuni momenti, ritratto in scatti di Merfephoto - Efrem Zanchettin, dell'attesa del risultato da parte di esponenti del volontariato astigiano riuniti nell'Aula Magna dell'Università di Asti

La delusione sui volti dei promotori della candidatura dopo il 'verdetto' avverso. Nelle immagini a fine articolo, alcuni momenti, ritratto in scatti di Merfephoto - Efrem Zanchettin, dell'attesa del risultato

Al termine di un lungo percorso, irto di ostacoli superati brillantemente fino all’inserimento nel novero di candidate finaliste, il sogno della Città di Asti di ottenere il riconoscimento di Capitale Europea del Volontariato per l’anno 2023 si è infranto a un passo dalla realizzazione.

Poco fa, nel corso della cerimonia finale in corso a Berlino (Capitale Europea del Volontariato per l’anno corrente) è stato comunicato ufficialmente che l’ambito riconoscimento è stato assegnato alla Norvegia, con la città di Trondheim

Un risultato che comunque, al netto di un pizzico di comprensibile delusione, nulla toglie all’enorme impegno e dedizione con cui i tanti volontari che operano nel ‘terzo settore’ della nostra città e della nostra Provincia e che, in particolare dall’inizio della pandemia, si è rivelato un argine fondamentale per cercare di contenerne le conseguenze sui molteplici piani: economico, sanitario e socio-assistenziale.

Gabriele Massaro

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium