/ Politica

Politica | 27 settembre 2022, 12:08

Elezioni 2022: Pd Asti: "Non basta prendere atto della sconfitta e fare opposizione, occorre ricostruire una visione"

Il segretario provinciale Riccardo Fassone lascia e analizza i risultati: "E’ tempo di un cambio della classe dirigente anche a livello provinciale. Lascerò un Pd più coeso"

Fassone (primo a sinistra) con il segretario Letta (MerfePhoto)

Fassone (primo a sinistra) con il segretario Letta (MerfePhoto)

Non basta prendere atto della sconfitta e fare opposizione: Occorre ricostruire una visione con il paese , un rapporto con i cittadini ,  una linea di alleanze progressiste senza veti costruite su temi e obbiettivi .

Potremmo analizzare i dati e ribadire che il Partito Democratico nella città di Asti e in provincia rafforza le percentuali e i voti rispetto alle politiche del 2018 e alle comunali di Asti , ma oggi è anche il tempo del realismo e di dire in modo chiaro che il territorio ha scelto la coalizione di centro destra e che a questa spetterà la responsabilità del Governo e di realizzare quanto promesso in campagna elettorale in materia di fiscalità , previdenza , occupazione , sostegno al reddito .

Per il PD si aprirà una stagione congressuale.

Necessaria e utile a delineare una nuova linea politica idonea al momento storico e politico . A livello locale continueremo a lavorare con gli amministratori e con le forze politiche e civiche che vorranno  confrontarsi per una strategia di territorio , evitando sin da ora sterili polemiche con chi, anche a sinistra , persegue a guardare il proprio “recinto” prima che il lavoro da fare su tutta la provincia.

Sono convinto che il percorso fatto sino ad oggi sulla provincia non vada disperso, che si debba ripartire dalle migliaia di elettori che domenica hanno scelto PD, che il dialogo messo in campo in questi mesi con le forze politiche e civiche sia da sviluppare e sia frutto di una politica che ha saputo guardare oltre all’attuale periodo storico - politico .

E’ tempo di un cambio della classe dirigente anche a livello provinciale e nelle prossime settimane, secondo i tempi congressuali , anche il livello locale avrà bisogno di un confronto serio che porti ad un nuovo assetto .

Non c’è stato onore più grande in questi ultimi anni che guidare una comunità così ricca di idee , ideali e responsabilità .

Lascerò tra qualche mese un PD astigiano certamente più coeso, unito, propositivo , rimandando sempre a disposizione come fatto negli ultimi venticinque anni di militanza politica .

Un ringraziamento va ai nostri candidati Andrea Ghignone e Ornella Lovisolo che hanno affrontato con passione e dedizione una campagna elettorale complessa ma anche di incontro e confronto sul territorio . Ai militanti dico grazie e che con loro parte un lavoro importante da fare per il bene del paese e del nostro territorio , con la stessa passione di ieri e con la stessa voglia di portare avanti una politica di concretezza.

Riccardo Fassone
Segretario Provinciale PD Asti

Al direttore


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium