/ Politica

Politica | 31 ottobre 2022, 07:30

"Che fine ha fatto l'Odg della minoranza su corso Matteotti?". Lo chiede Malandrone (Ambiente Asti), dopo l'operazione delle forze dell'ordine

"A quasi un mese di distanza rimane il ricordo di un sabato sera tinto di blu dai lampeggianti dell'operazione, ma l'odg presentato non si è discusso"

"Che fine ha fatto l'Odg della minoranza su corso Matteotti?". Lo chiede Malandrone (Ambiente Asti), dopo l'operazione delle forze dell'ordine

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Mario Malandrone (Ambiente Asti), in merito a corso Matteotti e l'operazione congiunta delle forze dell'ordine di sabato 8 ottobre scorso.

Ricordiamo tutti il sabato sera tinto di blu di corso Matteotti e piazza Marconi, con controlli e una vasta operazione coordinata. Sia le minoranze che il comitato di cittadini ringraziarono il Prefetto per l'azione di controllo.

Ricordiamo anche le interviste del sindaco e i post su Facebook a celebrare un risultato.

Una rondine non fa primavera però, un'operazione seppur spettacolare non può risolvere i problemi del quartiere.

E così mi chiedo come firmatario di una proposta articolata all'Amministrazione, un odg che prevedeva da un lato la regolamentazione, dall'altro azioni concrete di prevenzione. che fine abbia fatto quell'odg depositato un mese fa?

Si proponeva un'ordinanza (adottata anche in altre città) e localizzata, interventi di controllo e prevenzione e progetti sociali sul quartiere

L'odg  voleva affrontare su tre assi la questione che sappiamo essere complicata:, ma che va affrontata in modo strutturale.

  - di divieto del consumo di alcolici in corso Matteotti e piazza Marconi, fuori dagli appositi esercenti autorizzati   
-di divieto di consumo e vendita di bevande in vetro e lattina su suolo pubblico al di fuori degli appositi bar e dehor autorizzati.
-di monitorare e controllare periodicamente le due aree attraverso la polizia urbana e costruire con le forze dell'ordine
e le autorità competenti interventi per fare rispettare il regolamento di polizia urbana e dissuadere/contrastare
comportamenti illegali
-di promuovere, attraverso i servizi sociali, specifici e localizzati interventi di prevenzione sociale e di educativa
territoriale, nonché di mediazione linguistica e culturale, in grado di fornire risposte più durature e di favorire
l’integrazione. Tali interventi dovranno essere necessariamente coordinati con le altre istituzioni interessate, quali appunto la Prefettura, il Serd e il centro di salute mentale

Ad un mese di distanza rimane il ricordo di un sabato sera tinto di blu dai lampeggianti dell'operazione, ma l'od presentato in comune non si è discusso, nonostante ci siano stati consigli per farlo.

Mario Malandrone

Consigliere comunale

In allegato l'Odg della minoranza

 

 

 

Files:
 c matteotti (27 kB)

Al direttore


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium