/ Politica

Politica | 28 gennaio 2023, 11:55

"Ad Asti il centro diurno per i malati di Alzheimer deve essere subito riaperto"

La richiesta dei consiglieri di opposizione Mario Malandrone (Ambiente Asti), Vittoria Briccarello e Mauro Bosia (Uniti si può): presentato un Ordine del Giorno perché il problema sia affrontato al più presto

"Ad Asti il centro diurno per i malati di Alzheimer deve essere subito riaperto"

"Ad Asti il centro diurno per i malati di Alzheimer deve essere subito riaperto"

"Il centro diurno per i malati di Alzheimer deve essere subito riaperto". E’ quanto hanno chiesto ieri sera nel corso del Consiglio comunale i Consiglieri Mario Malandrone (Ambiente Asti), Vittoria Briccarello e Mauro Bosia (Uniti si può), presentando un corposo Ordine del Giorno all’attenzione di tutto il Consiglio comunale affinché il problema sia affrontato nei tempi più rapidi da tutto il consesso cittadino. 

Nell’Ordine del Giorno si chiede l’immediata convocazione della nona Commissione consiliare (Servi Sociali) affinché la tematica sia approfondita e risolta in tutti suoi termini. Alla Commissione deve essere presente l’Asl Asti che, con la Casa di Riposo Città di Asti, ha firmato la Convenzione che, fin da 1999 ha aperto nei locali della C.d.R. il Centro Diurno. 

La Commissione dovrà quindi affrontare la problematica di trovare al più presto, anche provvisoriamente o emergenzialmente, gli spazi per riaprire il centro diurno di Asti. Altresì la Commissione dovrà discutere con l’Asl il modo per assorbire quei dipendenti della CdP che per anni hanno lavorato presso il Centro Diurno Alzheimer e conoscono bene pazienti e famiglie. 

Alla Commissione parteciperanno quindi i Consiglieri comunali, la Direzione Generale della Asl, i Consorzi Socio Sanitari della Provincia, l’Associazione dei malati e i famigliari degli stessi e i dipendenti del Centro Diurno. 

I Consiglieri Malandrone, Briccarello e Bosia in considerazione dei gravi danni a pazienti e famiglie determinati dalla chiusura del Centro chiedono che non si perda tempo e che la Commissione si svolga nella prossima settimana. I Consiglieri chiedono inoltre che venga promosso un tavolo permanente tra le Istituzioni competenti quale osservatorio delle malattie neurovegetative finalizzato alla nascita di più centri diurni in Provincia: almeno uno a sud e uno a nord del territorio, oltre al ripristino immediato di quello di Asti.

Files:
 ORDINE DEL GIORNO CENTRO DIURNO (16.6 kB)

comunicato stampa


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium