/ Attualità

Attualità | 24 maggio 2023, 12:14

Calliano ospita la prima "Oasi della Biodiversità" istituita nell'Astigiano

Nell'area sono state piantumate 50 piante da nettare, creando un ambiente ideale per gli impollinatori

Calliano ospita la prima "Oasi della Biodiversità" istituita nell'Astigiano

In occasione della Giornata Mondiale delle Api e della Biodiversità, svoltasi sabato scorso, la “3Bee” (società operante nell’ambito del climate tech) ha annunciato la creazione della prima Oasi della Biodiversità in provincia di Asti, istituita a Calliano Monferrato mediante la piantumazione di 50 piante da nettare. Area ideale per la protezione dell'ambiente e degli impollinatori, incentivando gli agricoltori a diventare "coltivatori di biodiversità".

Le piante da nettare, messe a dimora in collaborazione con Alessandro Orio e l’associazione Deodara per l’Ambiente a Calliano Monferrato (AT) sono state distribuite gratuitamente al grower callianese, accompagnate da un incentivo economico per garantire la cura e la crescita delle medesime.

L'iniziativa rappresenta una sfida ambiziosa ma fondamentale all’interno di un territorio dedito all’agricoltura intensiva e soggetto a siccità e cambiamenti climatici. Per combattere questo fenomeno e agire in maniera concreta contro i cambiamenti climatici è dunque importante creare oasi di piante e nettare.

Grazie alla creazione della prima Oasi della Biodiversità a Calliano Monferrato, nei prossimi vent'anni verranno assorbite 25 tonnellate di CO2 e nutriti ogni anno 75mila impollinatori, contribuendo alla salvaguardia degli ecosistemi naturali del territorio.

L'iniziativa prevede anche l'attivazione di analisi satellitari per il monitoraggio dello stato di salute di flora e fauna, al fine di migliorare il numero di insetti impollinatori e specie viventi presenti sul territorio. In futuro, verrà altresì attivata la tecnologia Spectrum per il monitoraggio della biodiversità e progetti di rigenerazione con rifugi per impollinatori.

Ora che le piante sono state messe a dimora, Enti pubblici e Imprese hanno la possibilità di aderire al progetto, contribuendo così alla cura e alla crescita delle piante da nettare e assumendo un ruolo attivo nella salvaguardia della biodiversità.

“Con questa iniziativa – ha affermato l’amministratore delegato di 3Bee – vogliamo dimostrare che la tutela dell'ambiente e la crescita sostenibile sono possibili anche nell'agricoltura, grazie alla connessione tra tecnologia e natura”.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium