/ Sanità

Sanità | 20 novembre 2023, 14:17

Al via, anche ad Asti, la settimana mondiale per l'utilizzo consapevole degli antibiotici

In Italia la resistenza agli antibiotici causa circa 11.000 decessi all’anno

Al via, anche ad Asti, la settimana mondiale per l'utilizzo consapevole degli antibiotici

 In Italia la resistenza agli antibiotici causa circa 11.000 decessi all’anno. Senza interventi mirati, si stima che le infezioni da batteri resistenti saranno la prima causa di morte entro il 2050, con oltre 10.000.000 di morti nel mondo.

L’alert parte dall’Asl At in occasione della Settimana mondiale per l’uso consapevole degli antibiotici promossa dall’OMS.

"Assumere antibiotici per ragioni sbagliate, come per un raffreddore o un’influenza non aiuta a guarire prima e potrebbe causare effetti collaterali. L’influenza, infatti, come la maggior parte delle infezioni respiratorie, è di origine virale per cui non è necessaria l’assunzione di antibiotici e si risolve spontaneamente in pochi giorni", sottolinea il gruppo di lavoro sull’Antimicrobial Stewardship territoriale dell’Asl di Asti.

Tra le strategie per contrastare l’antibiotico resistenza figurano invece il mantenimento di una corretta igiene delle mani e le vaccinazioni, tra cui quella antiinfluenzale, il modo più efficace e sicuro per prevenire la malattia e ridurne le complicanze, un’importante misura di protezione non solo per sé stessi, ma anche per la comunità.

Il vaccino contro l’influenza è disponibile presso gli studi medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta che hanno aderito alla campagna vaccinale oltre che nelle farmacie. Il periodo più indicato per vaccinarsi va da metà ottobre a fine dicembre.

Usare gli antibiotici in maniera responsabile significa tutelare la salute di tutti poiché il loro cattivo utilizzo rischia di rendere più forti i batteri, aumentare la diffusione delle infezioni e diminuire le nostre armi per combatterle.

L’Asl di Asti avvia in questi giorni una campagna di sensibilizzazione sul tema tramite la distribuzione di manifesti e depliant che illustrano le strategie di prevenzione più corrette.

Il materiale sarà distribuito mercoledì 22 novembre, dalle 9 alle 12, al gazebo allestito nella hall dell’Ospedale di Asti. Saranno presenti per l’occasione medici e infermieri specializzati nel rischio infettivo, l’equipe del gruppo di lavoro in capo al Servizio di Farmaceutica Territoriale.

Gli antibiotici vanno assunti responsabilmente:

- vanno assunti solo su prescrizione medica, seguendo esattamente la posologia e la durata indicata dal medico

- non vanno condivisi con altre persone gli antibiotici rimasti inutilizzati

- non vanno conservati gli antibiotici in vista di un utilizzo futuro

Le strategie di prevenzione:

- Lava spesso le mani con acqua e sapone, per almeno 40-60 secondi, specialmente dopo avere tossito o starnutito e dopo aver frequentato luoghi pubblici; sono utili ed efficaci detergenti per le mani a base di alcol.

- Copri il naso e la bocca con un fazzoletto quando tossisci o starnutisci e gettalo subito nella spazzatura; indossa la mascherina.

- Se hai dimenticato di lavarti le mani non toccarti occhi, naso o bocca: i virus si trasmettono così.

- Ricordati di aprire spesso le finestre per cambiare l'aria. Cerca di evitare contatti con persone che presentano sintomi influenzali e se presenti tu tali sintomi.

- Se hai febbre, raffreddore, difficoltà respiratorie, tosse e mal di testa resta a casa e chiama il medico di famiglia.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium