/ Politica

Politica | 02 marzo 2024, 19:13

Fratelli d’Italia: “Piena solidarietà alle forze dell’ordine, inaccettabilmente prese di mira”

Quest’oggi una delegazione composta dall’On, Coppo, dall’assessore Giacomini e da Sergio Ebarnabo è stata ricevuta dal questore

Nella foto, da sinistra a destra: Sergio Ebarnabo, Marina Di Donato, Marcello Coppo e Luigi Giacomini

Nella foto, da sinistra a destra: Sergio Ebarnabo, Marina Di Donato, Marcello Coppo e Luigi Giacomini

Quest’oggi, una delegazione dei vertici provinciali di Fratelli d’Italia, composta dall’Onorevole Marcello Coppo, dal presidente provinciale del partito e assessore comunale alla Sicurezza Luigi Giacomini e dal responsabile Autonomie Locali Sergio Ebarnabo si è recata in questura per esprimere piena solidarietà alle forze dell’ordine, ritenendo che “in particolare nelle ultime settimane, siano state prese di mira da inaccettabili aggressioni fisiche, ma anche mediatiche e politiche”.

“Le istituzioni hanno il dovere di sostenere con convinzione gli agenti impiegati nella pubblica sicurezza – ha affermato Giacomini –, dobbiamo respingere con ogni mezzo i gravi tentativi di delegittimazione messi in atto nei giorni scorsi. E’ necessario fermare immediatamente questo clima d’odio, che rischia di provocare conseguenze come quelle accadute a Torino, dove una volante e gli agenti che stavano fermando un irregolare per condurlo in un centro di rimpatrio sono stati aggrediti dai manifestanti dei centri sociali”. 

Ci aspettiamo che anche la sinistra, che è stata prontissima nel mettere sotto processo mediatico polizia e carabinieri, esprima oggi solidarietà alle forze dell’ordine e condanni senza tentennamenti le violenze fisiche messe in atto con regolarità da centri sociali e antagonisti, ha aggiunto l’On. Coppo.

Infine Ebarnabo ha ribadito che Fratelli d’Italia continuerà a far sentire loro tutto il sostegno di cui necessitano per garantire a tutti noi la sicurezza e la legalità, come ogni giorno fanno con dedizione. Noi gli siamo grati per questo”.

Nell’incontrarli, il questore di Asti, dottoressa Marina Di Donato, ha espresso loro ringraziamento per la visita e la solidarietà espressa.

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla politica di Asti e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo ASTI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediAsti.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP ASTI sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium