/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 09 giugno 2024, 18:21

Auto, moto, elettrodomestici e mobili: il Piemonte nel 2023 ha speso 6,5 miliardi. Torino, da sola, più di 3

Lo dice l'ultimo osservatorio Findomestic: rispetto al 2022 l'aumento è stato dell'8,6%. Biella è la seconda provincia in Italia per budget famigliare

Auto, moto, elettrodomestici e mobili: il Piemonte nel 2023 ha speso 6,5 miliardi. Torino, da sola, più di 3

Automobili, motociclette, ma anche mobili per la casa, elettrodomestici e così via. In Piemonte, nel corso del 2023, si sono spesi oltre 6 miliardi e mezzo di euro per i cosiddetti "beni durevoli". A Torino e provincia quasi la metà, con oltre 3,3 miliardi. Lo dice l’Osservatorio Findomestic, che segna un aumento percentuale dell'8,6% rispetto al 2022. Un dato che risulta essere comunque più basso di quello nazionale (+8,9%) e di quello del Nord-Ovest (9,3%).

Passione per auto usate e moto

La spesa per autoveicoli usati e per motoveicoli è cresciuta nella regione rispettivamente del 20,5% (1 miliardo e 984 milioni di euro) e del 23,2% (178 milioni), poco più di quanto avviene in media nel Nord-Ovest e nel caso delle auto usate anche più della media nazionale”, commenta Claudio Bardazzi, responsabile dell’Osservatorio Findomestic. “In crescita anche le auto nuove (+13,4%, 1 miliardo 546 milioni), ma in misura inferiore rispetto alla media del Nord Ovest e italiana soprattutto per effetto della limitata crescita di questa voce di spesa nel capoluogo”, continua. Buon aumento negli acquisti di elettrodomestici (+3,9% 422 milioni) mentre rimangono sostanzialmente stabili i mobili (+0,7% a 1 miliardo e 529 milioni). Ribassi, come accade anche nel resto d’Italia, nell’elettronica di consumo (-27,9%) e nell’information technology (-7%)".

Ogni famiglia ha speso circa 3226 euro

Facendo somme e divisioni, emerge che ogni famiglia piemontese ha dedicato in media 3.226 euro per gli acquisti in beni durevoli: cifra superiore di quasi 400 euro alla media italiana. Ma poi ogni provincia fa storia a sé: Biella, per esempio, con 3.621 euro per famiglia si colloca al 2° posto tra tutte le province italiane nella spesa media per famiglia. All’altro estremo Torino, si colloca al 43° posto (3.137 euro a nucleo familiare) nella classifica delle 107 province.

I gusti sotto la Mole

Proprio sotto la Mole, poi, si scopre che nel 2023 la crescita della spesa è stata del 6,8%, la più contenuta in regione ma che rappresenta allo stesso tempo più del 50% di tutta la spesa del Piemonte. Moderata è anche la spesa per famiglia, che si attesta sui 3137 euro per nucleo. Sul fronte della mobilità, il comparto delle auto usate ha sfiorato il miliardo (998 milioni, +20,5% di crescita), con una performance al di sopra della media nazionale. I torinesi hanno mostrato una preferenza anche per le due ruote, che hanno raggiunto un valore di 87 milioni con un incremento del 23,7%. Diverso è il caso delle auto nuove, che con l’unica crescita regionale inferiore al 10% si sono mantenute su un volume di acquisti di 744 milioni (+6,7%), risultato che fa registrare nel capoluogo una delle performance peggiori in Italia in questo segmento (105° posto sul totale delle 107 province). Nel settore casa le famiglie hanno speso 226 milioni in elettrodomestici grandi e piccoli (+4,1%): il rialzo maggiore nella regione insieme alla provincia di Biella. Tengono anche i mobili, con una crescita dello 0,6% a fronte di una spesa di 826 milioni. A subire un calo sono invece l’elettronica di consumo, che slitta a 55 milioni (-28,2%). In modo analogo scendono l’information technology (-8,2%, 92 milioni) e la telefonia (-1,9%, 291 milioni).

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium