/ Cronaca

Cronaca | 14 ottobre 2019, 09:12

In condizioni disperate l'uomo rimasto vittima di un'esplosione ieri a Revignano

Per lui 100% delle ustioni. Gravissima anche la compagna. Entrambi sono al CTO

In condizioni disperate l'uomo rimasto vittima di un'esplosione ieri a Revignano

È in condizioni disperate l’uomo che ieri è rimasto vittima, a Revignano, di un esplosione (probabilmente causata da una fuga di gas) che ha scatenato a sua volta un incendio nella cascina dei suoceri, intorno alle 9.

Per lui il 100% di ustioni. Molto grave anche la compagna (45% di ustioni di terzo grado), figlia dei proprietari della cascina di strada Calunga.

Sono stati i vicini, ieri mattina, in quella che sembrava una tranquilla, uggiosa domenica a dare l’allarme, chiamando i vigili del fuoco, 118, le volanti della Questura e, in supporto, i carabinieri.

Un’esplosione violentissima che ha sbalzato l’uomo in cortile. Per estrarre la donna, i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare a lungo.

Le condizioni dei due cinquantenni sono apparse subito molto gravi e sono stati trasportati con l’elisoccorso al CTO di Torino.

Costernati i vicini che si sono recati sul posto, una cascina su una strada sterrata ma non particolarmente isolata.

Un posto, quello, storicamente caro al cantautore genovese Fabrizio De Andrè che da quelle parti, alla Cascina dell'Orto, passò un pezzo della sua infanzia.

La piccola Nina ispirò la canzone “Ho visto Nina volare”. E proprio Antonio, il marito di Nina, è stato tra i primi ad accorrere subito dopo l'esplosione.

Betty Martinelli e M.M.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium