/ Attualità

Attualità | 04 dicembre 2019, 13:25

Celebrazioni al comando Vigili del Fuoco per la patrona Santa Barbara

Nel suo discorso il comandante ha voluto ricordare i colleghi recentemente scomparsi mentre compivano il loro dovere

I vigili del fuoco premiati, ritratti con il comandante ing. Franco e con il prefetto di Asti Alfonso Terribile

I vigili del fuoco premiati, ritratti con il comandante ing. Franco e con il prefetto di Asti Alfonso Terribile

Questa mattina, come accade ad ogni dicembre, anche i vigili del fuoco astigiani, così come i colleghi in forza a tutti gli altri Comandi provinciali italiani, hanno festeggiato la loro patrona, Santa Barbara.

Nel corso di una sobria cerimonia, preceduta da una messa officiata dal cappellano del Comando e dal vescovo di Asti mons. Marco Prastaro, il comandante provinciale, ing. Ferdinando Franco, ha tracciato il bilancio di questi 12 mesi di attività, non prima di aver ricordato il sacrificio dei colleghi morti mentre operavano in supporto del prossimo.

Al termine del discorso del comandante, sono stati assegnati i riconoscimenti per il servizio ad alcuni vigili del fuoco in forza al Comando.

Il discorso del comandante Franco

Rivolgo un sentito ringraziamento al prefetto di Asti dott. Alfonso Terribile e a sua eccellenza il vescovo Marco Prastaro per aver accettato l'invito ad officiare questa santa messa insieme al nostro parroco don Paolo. Desidero dire grazie di cuore a tutte le autorità civili e militari e a tutti gli intervenuti per aver accolto l'invito a questa cerimonia in onore di Santa Barbara.

La festa di Santa Barbara ci invita a riflettere su quanto e' avvenuto in un anno di lavoro. Voglio a nome dl tutti ricordare in questo anno il sacrificio dei vigili del fuoco caduti nell'adempimento del dovere con la speranza che anche da questi tragici eventi riusciamo a trovare la forza per continuare a svolgere tutti i compiti istituzionali affidati al corpo nazionale dei VV.F.

Alcuni dati servono a descrivere l'intensa attività operativa dei vigili del fuoco di Asti:

Nel soccorso tecnico urgente si sono avuti oltre 3600 interventi effettuati nel periodo che intercorre dal 30-11-2018 al 30-11-2019 con tre fenomeni di eventi meteorologici intensi che si sono verificati in provincia, con una tromba d'aria ad agosto e due fenomeni di piogge intense sia ad ottobre che a novembre. Quest'ultimo evento ha provocato anche diffusi fenomeni di dissesto del territorio astigiano e nella viabilità, con frane che hanno interessato diversi centri abitati.

Nella prevenzione incendi sono state presentati 139 esami dei progetti di attività soggette e a tutti e' stato dato tempestivo riscontro inoltre sulle 757 segnalazioni certificate di inizio attività. Sono state effettuati 365 controlli con sopralluoghi effettuati dai funzionari oltre al lavoro dell'ufficio prevenzione che ha rinnovato in base alle richieste i certificati di 750 attività esistenti. Per la diffusione della cultura della sicurezza si sono effettuati incontri e visite con alcuni istituti scolastici presso la caserma centrale e i distaccamenti volontari e sono state ospitate 33 scuole con un numero di 768 alunni coinvolti.

E' stata garantita con l'opera di vigilanza antincendio la sicurezza nei locali di pubblico spettacolo, inoltre la partecipazione alle commissioni di vigilanza e fra esse le manifestazioni del settembre astigiano ha garantito il loro svolgimento con sicurezza nonostante la grande affluenza di pubblico.

La formazione degli addetti antincendio e in particolare gli esami finali hanno comportato 26 commissioni con 414 persone sottoposte a verifiche.

Ulteriori corsi di formazione per il personale vigilfuoco hanno riguardato il conseguimento di patenti ministeriali di IV grado oltre a corsi di retraining soprattutto per il trattamento di primo soccorso sanitario. Inoltre si e' avuta la partecipazione del personale di Asti ai corsi che si tengono presso i comandi della direzione regionale Piemonte ed anche alle scuole centrali antincendio ed e' stato dato supporto a Capannelle, fornendo alcuni istruttori professionali del comando di Asti.

Un ringraziamento all'intensa attività, amministrativa e contabile che oltre a carattere provinciale ha visto personale di Asti impegnato nel centro unico di spesa istituito presso la direzione regionale dei vvf. I risultati conseguiti sono dovuti all'impegno di tutte le componenti del comando, che molte volte hanno colmato con l'impegno personale le carenze dell'organico.

Tali carenze sono soprattutto nel settore dei funzionari e,del personale informatico e del personale operativo. Oltre a ciò il collocamento a riposo di personale del ruolo di capo reparto e capi squadra rende difficile la sostituzione. Il bagaglio di esperienza e di umanità di quelli che sono in quiescenza sono quelle virtù che ci hanno lasciato e grazie alle quali potremo affrontare le tante sfide che ci attendono e grazie al calore umano riusciremo a far sentire meno sole le famiglie dei vigili del fuoco caduti per i sentimenti di affetto e solidarietà che ci legano.

Concludendo, rinnovo i ringraziamenti a tutti gli intervenuti e auguro a loro e alle famiglie e gli auguri a tutti di serenità, di prosperità e di benessere con la benedizione di Santa Barbara.

Tutti i premiati

Diploma di lodevole servizio per il Capo Reparto Mauro Boido, il Capo Reparto Mario Maccario e l’Assistente Giorgio Fara

Croce di anzianità per aver maturato 15 anni di servizio al Vigile Coordinatore Andrea Biancardi, al Capo Squadra Volontario Marco Grasso e ai Vigili Volontari Gianluca Belciglio, Pier Paolo Brunetti, Mirko Fiorio e Salvatore Willy Scalmato

Gabriele Massaro

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium