/ Cronaca

Cronaca | 09 dicembre 2019, 10:54

Immigrato marocchino in manette per lesioni personali aggravate

Il 25enne, già pregiudicato, aveva aggredito un connazionale con un coccio di bottiglia nei pressi della stazione torinese di Porta Nuova

Immigrato marocchino in manette per lesioni personali aggravate

La Squadra Mobile della Questura di Asti ha dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Torino nei confronti di un giovane soggetto marocchino, un 25enne, resosi responsabile di lesioni personali aggravate nei confronti di un proprio connazionale.

In particolare, nei pressi della Stazione ferroviaria di Torino Porta Nuova, l’arrestato aveva chiesto dei soldi al connazionale e, dopo il rifiuto da parte di quest’ultimo, lo aveva aggredito utilizzando un coccio di bottiglia trovato nei pressi, ferendolo al volto.

All’uomo, con a carico alcuni precedenti di polizia, era stata applicata la misura coercitiva del divieto di dimora nella Provincia di Torino e altresì l’obbligo di presentazione alla P.G. di Asti.

Il soggetto, pur al corrente degli obblighi imposti, li aveva trasgrediti facendo ritorno a Torino e aggravando la sua situazione con la commissione di ulteriori reati.

Sulla scorta delle continue trasgressioni, il Tribunale di Torino aveva disposto la misura cautelare del carcere, aggravando quella in precedenza, misura che è stata quindi eseguita dalla Squadra Mobile della Questura di Asti, che aveva trattato il fascicolo processuale unitamente alla Divisione Polizia Anticrimine.

L’arrestato è stato bloccato nell’atto di recarsi in Questura per l’obbligo di firma, ed al termine delle formalità di rito, è stato sottoposto alla custodia cautelare in carcere a disposizione dell’Autorità giudiziaria procedente.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium