/ Attualità

Attualità | 05 luglio 2019, 15:01

Vitigni resistenti: l'innovazione in agricoltura al centro della Festicamp Cia Asti 2019

Venerdì 12 la festa annuale dell'agricoltura della Confederazione agricoltori astigiani all'Istituto Tecnico Agrario Penna

Vitigni resistenti: l'innovazione in agricoltura al centro della Festicamp Cia Asti 2019

I vitigni resistenti alle malattie, le nuove frontiere dell'innovazione in vigna, sono l'argomento principale dell'edizione 2019 della Festicamp Cia, la festa annuale dell'agricoltura della Confederazione agricoltori astigiani, che si svolge venerdì 12 luglio all’Istituto Tecnico Agrario Penna, dove sono stati prodotti i primi vini prodotti dal vigneto didattico che la Cia di Asti ha impiantato nel 2015. 

Il tema inedito, che per la prima volta viene trattato nella nostra provincia con esperti del settore. Titolo dell'incontro è ‘Sostenibilità e innovazione nel vigneto in Piemonte: i vitigni resistenti’. Il via alle ore 9 al convegno che pone all'attenzione del mondo agricolo una sperimentazione viticola, già avviata da vent’anni in Friuli-Venezia Giulia ma non ancora in Piemonte, che riguarda i cosiddetti ‘vitigni resistenti‘. Sono questi ultimi i protagonisti dell’incontro tecnico-scientifico incentrato sulla sperimentazione guidata da tecnici e docenti dell’Università di Udine, in collaborazione con i Vivai Cooperativi Rauscedo.

Tra i relatori ci sono Michele Morgante, professore di Genetica dell'Università di Udine, Giorgio Gambino, ricercatore del Cnr di Torino e di Yuri Zambon, dei Vivai Cooperativi Rauscedo. Partecipa anche il presidente nazionale della Cia, Dino Scanavino. 

La Festicamp intende essere una giornata di stimolo e riflessione su alcune delle principali tematiche che investono il settore. "Per fornire agli agricoltori, con particolare attenzione a quelli più giovani - ha detto il vicepresidente della Cia del Piemonte, Alessandro Durando e presidente provinciale della confederazione - un’informazione costantemente aggiornata sulle innovazioni, tecniche, professionali e imprenditoriali, che sono la base per continuare a produrre cibo sano e di qualità". 

Il nostro scopo primario - ha spiegato il direttore provinciale di Cia Asti, Marco Pippione - è quello di dare vita ad un bacino di culture, che deve trasferire i risultati della ricerca al territorio in cui operano le nostre aziende agricole”.

In un mondo che chiede gradi sempre più alti di sostenibilità - ha aggiunto Durando - a fronte delle crescenti difficoltà economiche incontrate dalle filiere agricole, è doveroso che il sindacato agricolo si faccia portavoce delle modalità di applicazione di quella che sinteticamente viene definita innovazione. Un complesso di pratiche, tecniche e accorgimenti che ha bisogno di essere compreso e sperimentato, per garantire la massima sostenibilità delle produzione, ma anche un giusto e adeguato reddito a chi produce”.

Oltre al convegno delle ore 9, la giornata prosegue alle ore 12 con la consegna dei riconoscimenti ai benemeriti dell'agricoltura, ai giovani imprenditori e da quest’anno anche ai veterani dell’organizzazione e ai migliori studenti diplomati all’Istituto tecnico Penna. I premi sono l’Agrestino, la Targa Oddino Bo, il Memorial Luigi Meraldi ed il Memorial Ilario Violardo. La mattinata si conclude con una degustazione di vini da vitigni resistenti e tradizionali. 

Alle sera (ore 19:30) nella Cantina dell’Istituto Penna, è prevista la Cena della Festicamp, cucinata dai cuochi dell’agriturismo ‘Crotin 1897’ della famiglia Russo di Maretto e accompagnamento musicale del Jazz Duo. 

IL PROGRAMMA 

All’Istituto Tecnico “G. Penna” – Loc. Viatosto 54

Ore 9 - Convegno ‘Sostenibilità e innovazione nel vigneto Piemonte: i vitigni sostenibili’

Saluti – Prof. Renato Parisio, dirigente Istituto tecnico “G. Penna”; Alessandro Durando – Presidente provinciale Cia Asti

Interventi – Prof. Michele Morgante, Docente di Genetica Università di Udine; Giorgio Gambino, Ricercatore del Cnr di Torino; Yury Zambon, Ricercatore patologie vegetali Vivai Rauscedo. Conclusioni – Dino Scanavino, Presidente nazionale Cia

Ore 12 - Consegna riconoscimenti dell’Agrestino 2019, della Targa On. Oddino Bo e del Memorial Ilario Violardo. Al termine degustazione comparata di vini da vitigni resistenti e tradizionali

Ore 19:30 La cena della Festicamp cucinata dai cuochi dell’agriturismo “Crotin 1897” di Maretto. Degustazione dei vini del vigneto didattico Cia. Accompagnamento musicale (cena su prenotazione, costo 25 euro)

M.M.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium