/ Politica

Politica | 10 aprile 2020, 19:49

Conte:"Misure restrittive prorogate fino al 3 maggio: dal 14 aprile aperti cartolibrerie e negozi per neonati"

Dal 14 aprile riapertura di cartolibrerie, librerie, negozi per neonati e taglio dei boschi per fornire combustibile

Conte:"Misure restrittive prorogate fino al 3 maggio: dal 14 aprile aperti cartolibrerie e negozi per neonati"

Prorogo le misure restrittive fino al 3 maggio. E’ una decisione difficile, ma necessaria: me ne assumo la responsabilità politica”. Ad annunciarlo è il Premier Giuseppe Conte, che questo sera alle 19.30 è intervenuto in videoconferenza per spiegare cosa prevede il DPCM appena sottoscritto. Tra le novità previste del nuovo documento la riapertura - dal 14 aprile - di cartolibrerie, librerie, negozi per neonati e sarà permesso il taglio dei boschi, per fornire combustibile.

Il Presidente del Consiglio ha spiegato che la decisione di prolungare le misure è stata presa “dopo un confronto con ministri, il comitato scientifico, i sindacati e le associazioni di categoria. Il comitato scientifico ci ha confermato che i dati della curva epidemiologica sono incoraggianti, le misure stanno dando dei frutti".

“Se noi cedessimo adesso, -ha aggiunto - rischieremo di perdere i risultati finora qui conseguiti. Dovremmo ripartire da capo, con un aumento del numero di vittime. Dobbiamo mantenere alta l’attenzione, anche ora che si avvicina la Pasqua, i Ponti del 25 aprile e 1° Maggio”. 

“L’auspicio
  -ha spiegato Conte - è che dopo il 3 maggio si possa ripartire con cautela e gradualità: dipenderà dal nostro comportamento, dobbiamo compiere questo ulteriore sforzo anche nei giorni di festa. La proroga che disponiamo vale anche per le attività produttive. Se prima del 3 maggio si verificassero le condizioni per una riapertura, cercheremo di provvedere di conseguenza”.

"Il lavoro per la fase 2 -ha chiarito Conte - è già partito: la task force per questo periodo sarà presieduta da Vittorio Colao, un manager tra i più stimati anche all'estero e conterà personalità come sociologi e psicologi. Con questi studieremo processi razionali per riorganizzare la nostra vita".  "Non possiamo aspettare - ha continuato il Presidente - che il virus sparisca dal nostro territorio. Servirà un programma articolato e organico su due pilastri: un gruppo di lavoro di esperti e il protocollo di sicurezza nei luoghi di lavoro. La raccomandazione a tutti i responsabili delle aziende è approfittare di questo momento per sanificare i luoghi di lavoro, predisponendosi per la corretta applicazione delle misure di protezione e delle distanze".

"Ora ci dedicheremo al decreto per le misure economiche che vogliamo adottare prima della fine di aprile. Mi spiace e sono consapevole che le misure disegnate sulla carta non siano ancora attuate: stiamo sburocratizzando e premeremo sull'Inps e sul comparto bancario"
ha concluso il Premier.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium