/ Cronaca

Cronaca | 13 maggio 2020, 20:15

Suicida in carcere il 48enne arrestato venerdì notte per una spaccata in corso Alfieri

L'uomo - che doveva rispondere di furto pluriaggravato, ricettazione e possesso di oggetti atti allo scasso - si è tolto la vita sabato notte

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Si è tolto la vita nel carcere di Quarto il 48enne astigiano che venerdì era stato arrestato dagli agenti di una Volante della Questura per tentato furto pluriaggravato, ricettazione e possesso di oggetti atti allo scasso.

L'uomo, intorno all'una di notte del 9 maggio, aveva infranto la vetrina di un negozio di telefonia di corso Alfieri, vicino al Battistero, con un'auto rubata. Gli agenti lo avevano arrestato in flagranza, conducendolo nel carcere di Quarto, dove, nella notte tra sabato e domenica, ovvero meno di 24 ore dopo l'ingresso nella struttura carceraria, si è tolto la vita nella sua cella.

Elisabetta Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium