/ Cronaca

Cronaca | 19 maggio 2020, 18:20

Trasferito a Torino Loris Petrillo, dirigente della Squadra Mobile della Questura di Asti

Petrillo ha diretto le più importanti indagini di Polizia degli ultimi anni, ottenendo anche numerosi riconoscimenti. Tra le ultime operazioni "Riki Cod" e "Game Over"

Trasferito a Torino Loris Petrillo, dirigente della Squadra Mobile della Questura di Asti

Da lunedì scorso il vicequestore Aggiunto della Polizia di Stato, Loris Petrillo, ha preso servizio alla Questura di Torino, dove tempo fa aveva chiesto il trasferimento per motivi familiari.

Assegnato alla Questura di Asti nel gennaio 2013 al termine del corso di formazione per Funzionari svolto alla Scuola Superiore di Polizia di Roma, l’allora Commissario Capo Petrillo, dopo un anno passato a dirigere l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e a prendere conoscenza della città di Asti e delle sue problematiche, nel gennaio del 2014 assunse la dirigenza del più importante ufficio investigativo provinciale della Polizia di Stato, la Squadra Mobile.

Nel corso degli oltre sei anni passati a coordinare le attività di prevenzione dei reati e investigativa, spesso a stretto contatto con i magistrati della procura della Repubblica, il vicequestore Aggiunto ha diretto le più importanti indagini della Polizia di Stato degli ultimi anni, ottenendo numerosi riconoscimenti premiali.

Anche Riki Cod e Game Over

Tra le numerose indagini ricordiamo, da ultimo, l’operazione Riki Cod, finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti del febbraio di quest’anno, nel corso della quale è stata data esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, agli arresti domiciliari e all’obbligo di presentazione alla P.G. emessa dal Tribunale di Asti nei confronti di 15 persone di varia nazionalità e l’ultima operazione, “Game Over”.

Ed è proprio l’ultima indagine “Game Over”, condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Asti con la collaborazione della Guardia di Finanza, che ha smantellato un vasto racket dell’usura in provincia, e nel corso della quale sono stati eseguiti 6 arresti, 2 misure restrittive, sequestri di beni mobili e immobili e perquisizioni aziende, abitazioni e centri sportivi ad essere il “fiore all’occhiello” dell’investigatore Loris Petrillo che metterà al servizio della comunità, anche a Torino, l’esperienza e la professionalità dimostrate negli anni di servizio alla Questura di Asti.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium