/ Solidarietà

Solidarietà | 29 luglio 2020, 15:02

Focus sul progetto UMANO, che mira a redimere gli uomini con comportamenti violenti

La partecipazione agli incontri può avvenire su base volontaria o su indicazione dell’Autorità Giudiziaria

Focus sul progetto UMANO, che mira a redimere gli uomini con comportamenti violenti

“La violenza è una strada pericolosa”. E’ questa la frase scelta per una campagna nelle strade della nostra città. Un messaggio che contiene la possibilità di scegliere un nuovo percorso e un invito alla cittadinanza a non restare indifferenti nei confronti della violenza. UMANO è un progetto che, a quasi due anni da quando è stato avviato dalla Croce Rossa Italiana di Asti in ATS con il Comune di Asti, sta diventando sempre più un'opportunità sia per gli uomini e che per chi ha come mandato professionale e sociale la cura delle relazioni e il contrasto alla violenza.

UMANO è il primo progetto nel suo genere sul territorio astigiano. In questi anni, molte energie sono state dedicate per farlo conoscere e andare oltre la negazione, la minimizzazione o le resistenze, sostenendo la convinzione che, solo un lavoro psicologico e sociale con chi agisce la violenza (fisica, psicologica, verbale...), può aiutare a cambiare e a prevenire le recidive. Si rivolge a uomini autori di comportamenti violenti o che temono di compiere azioni violente nelle loro relazioni affettive. Possono ricevere informazioni sul programma e sulle modalità di accesso agli interventi di UMANO anche donne e uomini che conoscono persone violente, o potenzialmente violente, e vorrebbero aiutarle.

UMANO consiste in un percorso di incontri individuali e la partecipazione al programma può avvenire spontaneamente o su indicazione dell'Autorità Giudiziaria. Chi vuole accedere di propria iniziativa, può chiamare il numero 329/2106265 o inviare una e-mail a umano@criasti.it. Se la partecipazione è su indicazione dell’Autorità, la richiesta deve essere inviata esclusivamente alla e-mail umano@criasti.it.

Sono già numerosi gli uomini che attualmente seguono questo percorso. Accolti nei locali del Comune di Asti, lo spazio a loro dedicato non è solo di pensiero ma anche di metodo. I professionisti delle due istituzioni lavorano in équipe in modo sinergico e integrato, traendo collaborazione dai Servizi Sociali e dall’U.I.E.P.E. (Ufficio Interdistrettuale Esecuzione Penale Esterna del Ministero della Giustizia), con i quali sono state definite modalità operative di gestione delle situazioni (ad esempio padri di figli minori per cui il Giudice chiede un percorso propedeutico all’attivazione degli incontri protetti con i propri figli).

E’ in previsione di porre in essere anche un’attiva collaborazione con l’Ordine degli Avvocati, sempre più coinvolto su questo fronte da quando, nell’estate scorsa, è entrata in vigore la nuova legge che contempla la possibilità di subordinare la sospensione condizionale della pena alla partecipazione a un percorso psicologico.

Tutti gli incontri sono gratuiti per chi accede spontaneamente. Per gli uomini inviati dall’Autorità Giudiziaria è previsto un costo per ogni incontro, esclusi i colloqui iniziali di valutazione.

Per il futuro, l'impegno della Croce Rossa Italiana di Asti e del Comune di Asti è di sostenere e portare avanti l'attività avviata, valutando la possibilità di nuove iniziative e di interventi sempre più mirati e precisi.

In conclusione, pertanto, il proposito di UMANO è aiutare gli uomini che hanno comportamenti violenti nelle loro relazioni affettive a riconoscere il pericolo, offrendo uno spazio di confronto e approfondimento per poterli cambiare. L’iniziativa è realizzata con i contributi del Consiglio dei Ministri - Dipartimento delle Pari Opportunità - e della Regione Piemonte.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium