/ Solidarietà

Solidarietà | 14 ottobre 2020, 11:55

Rientrati gli Alpini astigiani della Protezione Civile impegnati nel Cuneese alluvionato

Squadre attivate soprattutto a Garessio e a Limone Piemonte

Una delle squadre degli Alpini astigiani della P.C. che hanno operato nelle zone dell’alluvione nel Cuneese

Una delle squadre degli Alpini astigiani della P.C. che hanno operato nelle zone dell’alluvione nel Cuneese

Si sono chiusi nei giorni scorsi i cantieri dell'emergenza a Garessio e a Limone Piemonte colpiti dall’alluvione del 3 ottobre scorso, e dopo intensi lavorii sono rientrati in sede ad Asti le squadre della Protezione Civili dell’ANA di Asti coordinate da Ferdinando Beltramo.

A Garessio sotto attivazione del Coordinamento ANA Piemonte con due turni e con pernotto in loco, un primo gruppo di 6 volontari sono stati impegnati in primi interventi di bonifica e di messa in sicurezza di prese idrauliche dell'azienda garessina Huvepharma.

Ancora a Garessio, colpito dall’esondazione del Tanaro, un secondo turno, questa volta di 12 volontari sempre in Huvepharma gli Alpini astigiani della PC sono stati impegnati ancora nella bonifica di vasche di decantazione e taglio alberi abbattuti e rimozione detriti vari. Intenso il lavoro anche a Limone Piemonte, meta di vacanze per molti astigiani dove, il paese è stato invaso dall’acqua dopo lo straripamento del torrente Vermenagna.

Attivati dal Coordinamento Territoriale di Asti, anche gli Alpini astigiani della PC hanno fatto due turni di cui uno con pernottamento di 5 volontari nel primo fine settimana di ottobre e poi 4 volontari impegnati nella settimana successiva con interventi vari come pompaggio e svuotamento del parcheggio sotterraneo di Piazza San Sebastiano, cantine, e rimossi con le pale fango e detriti vari interventi vari.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium