/ Attualità

Attualità | 21 ottobre 2020, 11:40

Dopo il successo del progetto ‘Volontariato in panchina’, il Comune di Asti lancia ‘Adotta una panchina’

In risposta alle numerose richieste da parte di cittadini intenzionati a prendersi cura dell’arredo urbano nei pressi della propria abitazione o attività commerciale

Nella foto, di Efrem Zanchettin-MerfePhoto, alcuni volontari di un'associazione impegnati a rimettere a nuovo una panchina

Nella foto, di Efrem Zanchettin-MerfePhoto, alcuni volontari di un'associazione impegnati a rimettere a nuovo una panchina

Il successo ottenuto dal progetto ‘Volontariato in panchina’ e le diverse richieste da parte dei cittadini finalizzate a prendersi cura di alcune panchine dell’arredo urbano site in prossimità della propria attività commerciale o della propria abitazione, ha spinto l’Amministrazione a considerare la disponibilità ad accogliere eventuali richieste.

Pertanto soggetti pubblici, singoli cittadini, banche, operatori commerciali, parrocchie, enti religiosi, imprese individuali o collettive e chiunque voglia manifestare il proprio interesse, potrà scaricare dal sito del Comune l’apposito modello con cui presentare la propria manifestazione d’interesse, redatta in lingua italiana e sottoscritta digitalmente, oppure mediante firma olografa accompagnata da copia del documento di riconoscimento.

La propria richiesta dovrà pervenire entro le ore 13 del 4 novembre tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) da inviare al seguente indirizzo: protocollo.comuneasti@pec.it oppure consegnare a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Asti sito in piazza San Secondo 1. Nell’oggetto della PEC dovrà essere riportata la seguente dicitura: “Iniziativa adotta una panchina”.

Per informazioni e chiarimenti contattare:

-Geom. Gilberto Berlinghieri - 0141/399043 e-mail g.berlinghieri@comune.asti.it

-Geom. Emilietta Prescinotto - 0141/399505 e-mail e.prescinotto@comune.asti.it

“Le iniziative ‘Volontariato in panchina’ e ‘Adotta una panchina’ – affermano il sindaco Maurizio Rasero e l’assessore Mariangela Cotto – sono progetti sperimentali rivolti all’intento di avvicinarsi ad un sempre più ampio sistema di amministrazione condivisa, tema che sta molto a cuore a questa Amministrazione”.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium