/ Cronaca

Cronaca | 21 ottobre 2020, 15:20

L’ennesima truffa online questa volta prende di mira gli utenti dell’ecosistema Apple

Rimandando a una pagina fake tramite la quale i malintenzionati possono rubare i dati d’accesso degli utenti

L’ennesima truffa online questa volta prende di mira gli utenti dell’ecosistema Apple

L’ennesimo tentativo di truffa online vede questa volta presi di mira i tanti utenti dell’ecosistema Apple (computer, tablet, smartphone, smartwatch). Molti dei quali si sono visti recapitare in posta elettronica una mail con un contenuto identico, o comunque molto simile, a quello che segue:

Gentile Cliente,
il tuo ID Apple è stato utilizzato per accedere a iCloud da un browser web.
Data e ora: 21 ottobre 2020, 13:02
Indirizio IP, Luogo: 178.213.33.226, Russia - Moscow

Se recententemente hai eseguito l'accesso a iCloud, puoi ignorare questa email.
Se recententemente non hai eseguito l'accesso a iCloud e ritieni che qualcun altro possa aver eseguito l'accesso al tuo account, clicca sul link seguente per riavviare il informazioni (segue link)

Cordiali saluti,
Supporto Apple

SOTTILI DIFFERENZE TRA SITO REALE E FAKE

Il link, in realtà rimanda in realtà ad una pagina graficamente molto simile a quella reale presente sul sito dell’azienda di Cupertino, ma con tre sostanziali differente che possono contribuire a svelare l’inganno:

Anche in questo caso, così come in tutti i precedenti tentativi di frode segnalati nel corso dei mesi, è pertanto assolutamente fondamentale prestare attenzione a questi dettagli rivelatori, in particolare sincerandosi sempre che i link rimandino a pagine sul sito certificato delle aziende e che la connessione sia protetta.

E' altresì opportuno prestare attenzione ai numerosi errori ortografici che costellano questo tipo di mail truffaldine, senza che questa faccia eccezione (recententemente, 'riavviare' informazioni anziché 'inviare', ecc.)

Infine una curiosità: la mail è arrivata anche a numerosi utenti che non posseggono device Apple. Un’anomalia facilmente spiegabile: chi attua questo tipo di truffe invia sistematicamente mail a migliaia di indirizzi poiché, pescando nel mucchio, si moltiplicano le possibilità di riuscire a portare a termine il raggiro.

 

Gabriele Massaro

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium