/ Attualità

Attualità | 02 novembre 2020, 07:00

Questa sera in piazza San Secondo nuovo flash mob pacifico per sensibilizzare verso il diritto al lavoro

L'appuntamento è per le 19 con "attrezzi del mestiere". In piazza titolari di bar, ristoranti, palestre ma non solo. Il sindaco porterà il suo supporto

Un momento della protesta di lunedì scorso (MerfePhoto)

Un momento della protesta di lunedì scorso (MerfePhoto)

Questa sera, lunedì 2 novembre, alle 19, in piazza San Secondo, baristi, ristoratori, titolari e dipendenti di palestre e non solo scenderanno nuovamente in piazza ad Asti, per ricordare a Comune e Governo quanto sia fondamentale il diritto al lavoro, duramente colpito dall'ultimo Dpcm.

Lo scorso lunedì in piazza erano scesi oltre 70 addetti ai lavori, per protestare contro un sistema che sembra essersi dimenticato del diritto di "portare a casa la pagnotta", quotidianamente, con fatica.

Questa volta saranno molti di più i partecipanti, per un flash mob che coinvolgerà più estesamente tutte le categorie colpite dal Dpcm.

In questi giorni si susseguono le iniziative di ristoranti, bar, palestre che portano a domicilio le loro proposte, ma certo, soprattutto con la prospettiva di nuove, ulteriori restrizioni, l'incertezza del futuro spaventa.

Questa sera probabilmente i manifestanti porteranno in piazza gli attrezzi del mestiere: shaker, pentole, posate, bicchieri, lo scorso lunedì, invece, i lavoratori hanno rovesciato birra in terra, a indicare lo spreco di merce invenduta conseguente a chiusure e riduzioni di orario.

Il sindaco, Maurizio Rasero, porterà il suo supporto.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium