/ Attualità

Attualità | 20 novembre 2020, 07:35

Arrivato l'ok del ministro Costa, sì al rinvio del blocco diesel in Piemonte

Accolta l'istanza della Regione, in considerazione dell'emergenza sanitaria. Il governatore Cirio ha firmato l'ordinanza di revoca

Arrivato l'ok del ministro Costa, sì al rinvio del blocco diesel in Piemonte

Il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, ha accolto l'istanza della Regione Piemonte, che chiedeva la sospensione dei blocchi per i Diesel euro 4 e 5, scattati in questi giorni con l'innalzamento dello smog, in questa fase di emergenza sanitaria.

"Ho firmato, d’intesa con gli assessori competenti all’Ambiente e alla Sanità, Matteo Marnati e Luigi Genesio Icardi, l’ordinanza che revoca in tutto il Piemonte i blocchi del traffico per la circolazione dei Diesel euro 4 ed euro 5", ha fatto sapere il governatore Alberto Cirio. "Una decisione di buonsenso in un momento d’emergenza già difficile da affrontare per ogni cittadino. Ringrazio il ministro dell’Ambiente Costa per aver condiviso questa scelta e il nostro assessore Marnati per il prezioso lavoro che ha portato a questo risultato".

Nell’ordinanza, in particolare, si legge “allo scopo di contrastare il diffondersi del virus Covid-19 su tutto il territorio della regione Piemonte, sono sospese le misure temporanee di limitazione delle emissioni relative al settore mobilità privata, per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza”.

In un momento così delicato per la nostra regione, sia da un punto di vista sanitario che economico – commenta Matteo Marnati, assessore regionale all’Ambiente -  è passata la linea della Giunta di poter revocare i blocchi del traffico. Una giusta misura che, finché saremo in Zona Rossa o Arancione, non aggraverà il disagio legato allo spostamento delle persone per motivi di lavoro e necessità. Tutelare la qualità dell’aria rimane una priorità dell’assessorato all’Ambiente con misure di contrasto all’inquinamento”.

Files:
 Ordinanza deroga blocchi traffico (241 kB)

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium