Green | 26 dicembre 2020, 19:00

Fridays for Future Asti: "Necessario taglio netto alle emissioni. I nostri non sono mai stati capricci"

L'intervento degli attivisti astigiani, per la rubrica "Back to the Future"

Fridays for Future Asti: "Necessario taglio netto alle emissioni. I nostri non sono mai stati capricci"

Due giorni fa ci è arrivata la notizia della bozza del decreto Milleproroghe, contenente la decisione di fermare qualunque nuova concessione agli impianti estrattivi di combustibili fossili nel territorio italiano.

Questa buona notizia avrebbe dovuto darci molta motivazione e non fermare la nostra volontà di cambiare radicalmente le logiche anti-ambientaliste di questo sistema. In questo momento storico deve essere chiaro che non possiamo più permetterci di rimandare o addirittura non considerare l’estrema necessità di un taglio netto alle emissioni il prima possibile.

Si sta parlando del futuro del nostro pianeta e non possiamo più permetterci di farci dettare le regole dagli interessi economici delle industrie e delle compagnie petrolifere.

Saremmo stati molto speranzosi in questa proposta di decreto, che sarebbe dovuta essere approvata nella giornata di ieri, ma non è stato così: la proposta è stata bocciata, e lo stop alle nuove trivellazioni per gli idrocarburi è stato annullato.

Possiamo considerare questa mossa come una decisiva vittoria delle aziende petrolifere, dato che non ci sarà nessun blocco sulle trivellazioni e nessuno stop alle concessioni degli impianti estrattivi, e così i lavori continueranno e l’economia del fossile continuerà a circolare indisturbata: quel piccolo spiraglio di luce che avevamo visto da lontano è stato insensibilmente coperto, e ora siamo più al buio di prima.

Vorremo, infatti, poter ricordare che i nostri non sono mai stati e mai saranno dei capricci, è tempo ormai che urliamo che il taglio di emissioni di Co2 netto entro il prossimo decennio deve essere in ogni modo attuato, o gli effetti del cambiamento climatico saranno tanto disastrosi da non poter più tornare indietro.

Se i nostri politici non lo capiscono ora, lo capiremo tutti quanti fra dieci anni, e saranno fiumi di lacrime di coccodrillo.

Fridays for Future Asti

Leggi tutte le notizie di BACK TO THE FUTURE ›
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium