/ Attualità

Attualità | 24 gennaio 2021, 16:00

Canelli ricorda il "suo" Alessandro Panno, morto recentemente di leucemia. Admo avrà un gazebo a suo nome

Raccolta fondi a favore di Admo Valli Belbo e Bormida, per Match at home, che permetterà il prelievo di campione salivare a casa

Canelli, il gazebo dell'Admo che sarà intitolato ad Alessandro Panno

Il gazebo Admo, in attesa dell'intitolazione ad Alessandro

Una raccolta fondi all'Admo Valli Belbo e Bormida per ricordare Alessandro Panno, 50 anni, ispettore della Guardia di Finanza, morto recentemente a Canelli a causa della leucemia.

La somma raccolta supera i 2500 euro grazie alla generosità di tante persone che si sono unite nel suo ricordo, come la Leva del 1969, il gruppo di pallavolo maschile, il gruppo di Calcio “Ex Virtus” 2004, i compagni di classe di Martina e Giovanni, gli insegnanti della scuola “Bosca” di Canelli e gli animatori della parrocchia e tanti amici.

"Un gesto concreto di solidarietà e di speranza per tante altre persone che lottano ancora contro la malattia e sono alla ricerca di un donatore compatibile per tornare a sperare e a vivere", spiega Alessandra Ferraris presidente Admo Valli Belbo e Bormida.

Un prelievo salivare direttamente a casa

Conoscevamo Alessandro per il suo ruolo di Ispettore presso Guardia di Finanza del territorio e in parte anche la sua sofferenza. Noi non crediamo che quando si parla di leucemia ci siano guerrieri né battaglie. Le persone che abbiamo amato e sono morte non hanno 'perso': vorrei si facesse attenzione alle parole con cui non bisogna colpevolizzare i malati, le famiglie e la medicina. Ce ne sono altre che devono emergere, parole di solidarietà, di cura, di affetto, di vicinanza, di amore. Le lotte, se così proprio le vogliamo chiamare, continuano con i ricordi, con la coerenza, con l’esempio anche di chi resta e decide di trasformare il dolore di una perdita così grande, in un aiuto concreto”.

 Questa importanto donazione, in accordo con la famiglia e la leva del 1969, permetterà di attivare sul territorio, il progetto di Admo denominato Match at home.

"A fronte dell’emergenza determinata dalla pandemia dovuta al Covid, spiegano da Admo, sono state sospese tutte le attività d’informazione che Admo Valli Belbo e Bormida svolgeva regolarmente sul territorio e ciò ha comportato un drastico calo di nuovi iscritti. L’attività di trapianto e la lotta alla leucemia non si è mai fermata e non deve fermarci affinché ogni paziente possa trovare il proprio donatore compatibile. Così abbiamo trasformato questo problema in una opportunità di miglioramento e abbiamo messo in campo una nuova modalità d’iscrizione di nuovi potenziali donatori semplice e sicura, attraverso l’auto prelievo di campione salivare svolto direttamente a casa: Match at home".

Il potenziale donatore potrà effettuare tutta la procedura d’iscrizione da casa utilizzando la piattaforma associativa, ricevere il kit salivare tramite posta, effettuare il prelievo assistito da un sanitario associativo tramite videochiamata e consegnare il campione raccolto che, grazie a questa importante donazione, potrà avvenire presso la sede di Canelli.

Un gazebo a nome di Alessandro

Infine, concludono da Admo, grazie alla loro generosità, potremo finalmente acquistare un pc portatile e una stampante per la sede per gestire in autonomia le iscrizioni online e le fasi di registrazione ed acquistare un gazebo personalizzato Admo Valli Belbo e Bormida che verrà intitolato ad Alessandro Panno e che ci permetterà maggiore visibilità nelle prossime (e speriamo frequenti) uscite sul territorio per tornare a parlare con i giovani sull’importanza di un gesto che a noi non costa praticamente nulla e che può salvare la vita di chi è alla ricerca del proprio 'gemello genetico' sperando nella donazione di midollo osseo e cellule staminali emopoietiche".

Betty Martinelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium