/ Attualità

Attualità | 21 febbraio 2021, 15:46

"Siamo sempre a cavallo dell'Rt 1 e il rischio di passare da giallo ad arancione lo viviamo ogni settimana" [VIDEO]

Così il presidente Alberto Cirio stamattina ad Alba per le vaccinazioni. "Lo sapremo a metà della settimana, non più il venerdì sera. Questo è fondamentale, è una questione di rispetto"

"Siamo sempre a cavallo dell'Rt 1 e il rischio di passare da giallo ad arancione lo viviamo ogni settimana" [VIDEO]

"Siamo gialli. Ma siamo sempre a cavallo dell'Rt 1 e il rischio di passare da giallo ad arancione lo viviamo ogni settimana": così Alberto Cirio stamattina ad Alba, dove è intervenuto per l'avvio delle vaccinazioni per gli over 80.

E ancora: "Draghi dice che lo sapremo già a metà settimana, il mercoledì e non il venerdì sera. E' una questione di rispetto per chi lavora e deve organizzare la propria attività".

Diamo una prospettiva di futuro certo"

E parlando dei vaccini alla fascia più anziana della popolazione, Cirio ha ribadito come "Con questo avvio del vaccino diamo una prospettiva di futuro certo: in Piemonte sono 370mila gli over 80, di cui circa 20mila già vaccinati nelle case di riposo. Abbiamo sugli altri 350mila al momento 210mila pre-adesione e contiamo di vaccinarne 10-13mila al giorno. Entro il mese di marzo contiamo di chiudere la vaccinazione di chi ha più di 80 anni".

 

"In un anno la scienza ha saputo mettere sul tavolo una soluzione"

"In un anno la scienza medica ha saputo metterci sul tavolo  una soluzione, un vaccino. Noi l'accordo con i medici di base, siglato ieri dal governo, lo abbiamo già fatto un mese fa - ha aggiunto il governatore -, ma ora servono le munizioni, perché sono fondamentali e speriamo di non dover rimodulare. Noi in un mese siamo pronti a proteggere la fascia più fragile, che per noi vuol dire tanto, anche perché permette al sistema sanitario di reggere, in termini di terapie intensive e ricoveri".

Rinaudo: "Abbiamo le forze per farcela"

Con Cirio era presente anche Antonio Rinaudo, commissario dell’Area giuridico-amministrativa dell’Unità di crisi della Regione Piemonte. "Sicuramente dal punto di vista organizzativo è un impegno difficile, ma lo affrontiamo con la consapevolezza di farcela avendo mezzi, uomini e strutture. Vogliamo superare le 10mila vaccinazioni al giorno e chiudere le vaccinazioni degli over80 e dei disabili in un mese per poi passare agli over70 e alle altre categorie".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium