/ Cronaca

Cronaca | 08 aprile 2021, 14:13

Controlli intensificati, in stazioni e sui treni, nelle giornate a cavallo della Pasqua

Ad Asti, denunciato un clandestino nigeriano per resistenza a pubblico ufficiale

Agenti Polfer alla Stazione di Asti

Otto soggetti indagati, 3.329 persone controllate, di cui 647 persone con precedenti; 172 pattuglie impegnate nelle stazioni e 9 in abiti civili per attività antiborseggio per contrastare i furti in danno dei viaggiatori; 36 i servizi di vigilanza a bordo treno per un totale di 93 treni presenziati; 18 i servizi lungo linea e 52 quelli di ordine pubblico.

Quelli appena elencati sono i numeri conseguenti le attività del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta nei giorni delle festività pasquali. Nei giorni scorsi, da venerdì 2 a martedì 6 aprile, gli agenti Polfer, in servizio nelle due regioni, hanno effettuato controlli straordinari nelle aree ferroviarie di rispettiva competenza in stazione, lungo linea e a bordo treno, espletando attività di vigilanza mirata al contrasto dei reati e illeciti comportamenti in ambito ferroviario. Nelle stazioni ferroviarie sono stati predisposti controlli per individuare la presenza di persone sospette e a garantire la sicurezza di tutti gli utenti.

La maggior parte delle persone indagate è stata controllata nel torinese, ma uno dei segnalati, un immigrato nigeriano denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale, è stato fermato anche ad Asti. Dove agenti della Polfer intenti a sottoporlo a un controllo hanno subito notato il suo atteggiamento nervoso e non collaborativo, al punto da non voler consegnare un documento di identità. Dal successivo controllo in banca dati l’uomo è risultato irregolare sul territorio nazionale e, oltre che denunciato per resistenza, anche sanzionato per inosservanza delle norme anti Covid-19, perché sprovvisto di mascherina.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium