/ Cronaca

Cronaca | 14 aprile 2021, 09:19

Cinquantunenne costigliolese denunciato per furto di mezzi e attrezzi agricoli

Nella disponibilità dell'uomo, individuato dai carabinieri nell'ambito di un'indagine sul furto di un escavatore, vi era anche molta altra refurtiva

Carabinieri con refurtiva agricola

Carabinieri con parte della refurtiva recuperata

Nell’ambito di un’attività finalizzata a individuare l’autore di un furto di escavatore, i carabinieri della Compagnia di Canelli hanno rinvenuto anche ulteriore refurtiva. I fatti risalgono alle giornate a cavallo delle festività pasquali, quando una persona residente a Isola d’Asti ha denunciato ai militari della Stazione di Costigliole d’Asti il furto del proprio escavatore asportato dall’autorimessa dove era solito tenerlo parcheggiato.

Gli accertamenti effettuati dal personale della Stazione e del Nucleo Operativo della Compagnia di Canelli hanno consentito, mediante l’analisi dei sistemi di videosorveglianza, di risalire alla tarda del rimorchio su cui era stato caricato un escavatore con caratteristiche molto simili a quelle del mezzo rubato. Arrivando così all’intestatario del rimorchio, il 51enne S.D., pregiudicato costigliolese con precedenti per reati contro la persona e il patrimonio.

Procedendo alla perquisizione del domicilio dell’uomo, i carabinieri hanno rinvenuto non soltanto l’escavatore – che si trovava all’interno di un capannone attiguo l’abitazione, già stato riverniciato e pronto ad essere reimmesso nel mercato, ma con il numero di telaio che non lasciava dubbi sulla provenienza illecita – ma anche diversa altra refurtiva. Vi era inoltre un trattore agricolo Lamborghini, modello Grand Prix 95, di cui era stato segnalato il furto tra il 2 e il 7 novembre dello scorso anno proprio a Costigliole. Entrambi i mezzi sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

Oltre a ciò, l’attività di ricerca ha permesso di trovare svariati attrezzi agricoli (decespugliatori, tagliaerba, motoseghe, riscaldatori) di cui il perquisito – denunciato alla Procura della Repubblica di Asti per i reati di furto e ricettazione – non è stato in grado di giustificare la disponibilità e per cui sono in corso gli accertamenti per risalire ai legittimi proprietari.

Eventuali denuncianti potranno rivolgersi alla Stazione Carabinieri di Costigliole d’Asti per confrontare l’eventuale corrispondenza di quanto trovato con furti patiti.

Gabriele Massaro

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium