/ Cronaca

Cronaca | 08 giugno 2021, 11:14

La Polizia incontra i bambini della Galileo Ferraris nel suo percorso verso la cultura della legalità [FOTOGALLERY]

Ai bambini consegnati cappellini della polizia di Stato, calendari per gli insegnanti. Domani tappa all'Andriano di Castelnuovo don Bosco

Gianluca Vesce con i bimbi della Galileo Ferraris (galleria fotografica di MerfePhoto)

Gianluca Vesce con i bimbi della Galileo Ferraris (galleria fotografica di MerfePhoto)

Scuole e polizia insieme per la cultura della legalità, affinché il seme della giustizia, sia stimolato nei più giovani.

Un impegno che nasce da iniziative e incontri formativi tra la polizia di Stato e le scuole della Provincia di Asti di ogni ordine e grado.

Oggi il progetto 'PretenDiamo legalità 2021' promosso dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione su scala nazionale e giunto alla quarta edizione, ha fatto tappa alla scuola elementare Galileo Ferraris.

Spiega il questore, Sebastiano Salvo: “Incontrare i bambini e i ragazzi delle scuole è un’occasione particolarmente preziosa: significa non solo fare formazione sui temi della sicurezza e della legalità, ma significa anche fare prevenzione; far conoscere loro la nostra Istituzione e i valori che la contraddistinguono consente di realizzare un’efficace attività di prossimità con i cittadini più giovani, adulti di domani”.

280 studenti tra i 9 e 18 anni hanno aderito

All’iniziativa hanno partecipato in totale circa 280 studenti con età compresa tra i 9 e i 18 anni. Al progetto è stato abbinato un concorso: le classi che hanno partecipato all’iniziativa hanno fatto pervenire in Questura dei lavori (video, spot, elaborati, disegni), concernenti i temi di legalità affrontate nel corso degli incontri. Un’apposita commissione, presieduta dal Questore con la presenza di un rappresentante dell’U.S.P. di Asti, ha valutato i lavori e ha individuato i vincitori a livello Provinciale per le categorie Scuola Primaria e Scuola Secondaria.

Le classi risultanti vincitrici sono state le IV A, B, e C dell’Istituto Ferraris di Asti per la scuola primaria e la classe III AE dell’IIS Andriano di Castelnuovo Don Bosco per la scuola secondaria. I loro elaborati hanno concorso a livello nazionale con tutte le altre scuole delle diverse Province d’Italia che hanno aderito al Progetto.

Cappellini e calendari 'griffati'

Oggi alla Galileo Ferraris, il dirigente della Digos e referente provinciale Oscad (Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori), Gianluca Vesce, ha, con alcuni colleghi incontrato insegnanti e una settantina di bambini per consegnare cappellini e calendari personalizzati.

Molto entusiasti i più piccoli che hanno fatto diversi disegni a tema. "Il progetto è molto importante e speriamo di replicarlo il prossimo anno se ce ne saranno le condizioni. I bambini hanno reagito con molta curiosità, sinceramente non ce lo aspettavamo perché gli incontri sono stati fatti in Dad, dietro uno schermo", spiega soddisfatto Vesce.

Domani appuntamento all'Andriano di Castelnuovo Don Bosco che ha realizzato un corto sulla mafia che sarà trasmesso sulla pagina Facebook della questura.

Martinelli-Testa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium