/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 30 settembre 2021, 19:32

Util, trattativa interrotta all'Unione Industriale di Asti, parti ancora distanti sull'utilizzo degli ammortizzatori sociali

Domani 8 ore di sciopero con presidio davanti allo stabilimento

Il presidio di mercoledì (MerfePhoto)

Il presidio di mercoledì (MerfePhoto)

In serata presso l’unione industriale di Asti si è interrotta la trattativa sulla vertenza Util di Villanova d’Asti, nonostante il passo in avanti fatto nella giornata di ieri che ha portato ad una riduzione degli esuberi da 90 a 60 unità le parti rimangono distanti sia sul periodo di utilizzo dell’ammortizzatore sociali sia sulle esternalizzazioni di alcune lavorazioni dello stabilimento.

Lo rendono noto le segreterie provinciali di Fim Cisl e Fiom Cgil di Asti.

"Il progetto di rilancio produttivo, così definito da loro, oltre la riduzione del personale non può prevedere esternalizzazioni di lavorazioni e dei lavoratori coinvolti. Per noi - spiegano i segretari - è fondamentale la presentazione di un piano industriale che dia prospettive allo stabilimento e certezze occupazionali. C’è necessità di utilizzo di tutti gli ammortizzatori sociali ancora a disposizione compresa la formazione dei lavoratori per un eventuale riqualificazione professionale".

A partire da domani i lavoratori e le lavoratrici della Util incroceranno le braccia con 8 ore di sciopero con presidio davanti allo stabilimento.

"Serve urgentemente l’apertura di un tavolo istituzionale che porti ad una soluzione della vertenza nell’interesse di tutte le parti".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium