/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 04 novembre 2021, 10:11

Contributi affitto: riaperto il bando. Ad Asti si inizia dal 15 novembre

Ci sarà tempo fino al 18 dicembre per presentare domanda. Il testo sul sito del Comune

Contributi affitto: riaperto il bando. Ad Asti si inizia dal 15 novembre

La Regione Piemonte ha rifinanziato per l’anno 2021 la misura Fondo sostegno alla locazione finalizzata all’erogazione di contributi a parziale copertura delle spese relative all’affitto di alloggi in locazione privata.

Il Bando per il territorio del Comune di Asti si aprirà il prossimo 15 novembre e sarà possibile presentare domanda fino al 18 dicembre 2021. Possono accedere ai contributi i nuclei familiari titolari di un contratto di locazione ad uso abitativo, regolarmente registrato riferito all’alloggio in cui hanno la residenza anagrafica.

Il canone annuo, escluse le spese accessorie, non deve superare i 6.000 euro e occorre presentare le ricevute/bonifici degli affitti pagati nell’anno in corso.

A differenza dell’edizione passata, essere percettore di reddito/pensione di cittadinanza non esclude dall’accesso al contributo del Fondo sostegno locazione 2021 ma il Comune è tenuto a comunicare all’INPS la lista dei beneficiari ai fini della compensazione sul reddito per la quota destinata all’affitto.

Sono esclusi invece gli assegnatari di case popolari e coloro che hanno beneficiato per l’anno 2021 di contributi delle Agenzie Sociali per la Locazione e del Fondo Morosità Incolpevole.

Per quanto riguarda i limiti sono state stabilite due fasce: la prima riguarda le persone con un reddito complessivo inferiore a 13.405,08 euro, rispetto al quale l’incidenza dell’affitto risulti superiore al 14 per cento; la seconda fascia riguarda chi ha un reddito inferiore a 21.201,19 con una percentuale dell’affitto non superiore al 24 per cento.

Sul sito del Comune di Asti, alla sezione “Novità dal sito” è reperibile il testo completo del bando, contenente le modalità di presentazione delle domande e la documentazione necessaria.

Il modulo di domanda è scaricabile dal sito oppure può essere ritirato presso il Segretariato Socio Sanitario, Via Natta 3 bis lato parcheggio, o presso il Settore Politiche Sociali, Piazza Catena 3 piano terra.

La misura  valorizza lo sforzo delle famiglie che, con fatica sempre maggiore a causa della difficile situazione socio economica, provvedono a pagare regolarmente l’affitto” , commenta il sindaco Maurizio Rasero.


Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium