/ Scuola

Scuola | 22 novembre 2021, 17:25

Quattro chiacchiere con Paolo Milone per gli studenti dell’Istituto “Monti” di Asti

Lo scrittore, con "L’arte di legare le persone", figura tra i finalisti del Premio Asti d'Appello

Quattro chiacchiere con Paolo Milone per gli studenti dell’Istituto “Monti” di Asti

Venerdì scorso gli allievi dell’Istituto “A. Monti” facenti parte della giuria giovane del premio letterario “Asti d’Appello”, insieme con i “collegi” della 4AS dell’Istituto “Andriano” di Castelnuovo Don Bosco, hanno incontrato in una videoconferenza organizzata da Donatella Gnetti, direttrice della Biblioteca Astense “Giorgio Faletti”, e dall’associazione omonima del premio, lo scrittore esordiente Paolo Milone, che, con "L’arte di legare le persone", figura tra i finalisti di “Asti d’Appello”.

Nel libro, pubblicato da Einaudi, l’autore racconta, in forma aneddotica ed epigrammatica, episodi della sua vita di medico passata tra le corsie del reparto di psichiatria e del Pronto Soccorso di un ospedale genovese.

La sua esperienza e il particolare stile del libro, ispirato, come Milone stesso ha confessato, agli epigrammi di Marziale, hanno destato l’interesse e il coinvolgimento dei ragazzi, che gli hanno rivolto puntuali domande non solo sul contenuto del volume, ma anche sulla sua carriera pluriennale: è emerso che la passione per la psichiatria è nata in seguito ad un episodio di depressione giovanile, che lo ha spinto poi ad abbracciare questa professione, così difficile, ma al tempo stesso piena di soddisfazioni, in quanto spesso si possono constatare in prima persona i miglioramenti dei pazienti.

Le maggiori curiosità degli studenti si sono concentrate sui tipi di pazienti che si possono incontrare nel libro e sulle molteplici sfaccettature della malattia mentale, rappresentate con maestria dalla penna di Milone, il quale, inoltre, ha dispensato anche consigli agli allievi, spingendoli a iniziare con passione, grandi ideali e assenza di cinismo qualunque mestiere vorranno intraprendere, ricordando loro che i periodi negativi e gli ostacoli costelleranno sempre qualsiasi carriera e che, senza lo slancio iniziale, seppure talora eccessivo, non saranno in grado di sopportarli.

Una rappresentanza degli studenti dell’Istituto “Monti”, accompagnata dalla docente referente, la prof.ssa Anna Ferrero, dalla prof.ssa Emanuela Ingrasci, che l’ha coadiuvata nell’iniziativa, e dalle prof.sse Teresa Capello e Silvia Sillano, avrà l’occasione di conoscere personalmente Paolo Milone e gli altri sei scrittori finalisti del premio “Asti d’Appello” domenica 28 novembre, durante la cerimonia di premiazione, che si svolgerà presso il Teatro “Alfieri” di Asti a partire dalle 16.30.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium