/ Cultura e tempo libero

Cultura e tempo libero | 07 dicembre 2021, 07:30

Torna l'Avvento Revigliaschese, rassegna di cultura e spiritualità e riparte con il concerto di Natale del 'Coro Vallebelbo' dell'Ana

Domenica 12 dicembre alle 17 nella chiesa parrocchiale di Revigliasco. Il 19 dicembre 'Raccontami questo Natale' e venerdì 24 dicembre la 'Sacra rappresentazione della Natività'

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Dopo la pausa “forzata” dello scorso anno, ritorna l’Avvento Revigliaschese, rassegna di cultura e spiritualità, promossa dalla Parrocchia e dal Comune di Revigliasco d’Asti, che accompagna il cammino verso il Natale. Musica, canto, letteratura e teatro saranno, come sempre, protagonisti dei tre appuntamenti in programma per questa edizione della ri-partenza che sarà inaugurata domenica 12 dicembre, alle ore 17, nella chiesa parrocchiale di Revigliasco d’Asti con il concerto di Natale del “Coro Vallebelbo – Ana Sezione di Asti” che ha da poco festeggiato il suo 45° compleanno e sin dalla sua nascita è sempre stato diretto dal Maestro Sergio Ivaldi. Nato da un gruppo di alpini in congedo e di appassionati di montagna, il Coro è attualmente composto da 29 elementi, è il Coro ufficiale della Sezione di Asti e presenzia costantemente nelle numerose cerimonie civili e religiose organizzate dalla stessa Sezione o dai vari Gruppi che ne fanno parte.

In occasione dell’Adunata Nazionale Alpini di Asti ha presentato la sua terza incisione discografica dal titolo “…Oltre le voci”. Si tratta di una raccolta di sedici brani del suo repertorio più recente pensata proprio per festeggiare il 40° di fondazione e registrata nella splendida cornice delle Cantine Bosca di Canelli, una della Cattedrali sotterranee recentemente inserite dall’Unesco, per la loro straordinaria bellezza, nel Patrimonio dell’Umanità. Il Coro Vallebelbo si è sempre distinto per uno stile personale ed efficace, trovando profondi riscontri negli oltre 730 concerti tenuti in Italia e anche all'estero e ricevendo ovunque dimostrazioni di ammirazione, stima e simpatia.

Il Maestro Ivaldi, insieme ai suoi coristi, ricerca nel patrimonio alpino popolare e contemporaneo i canti più significativi e confacenti all'organico e li inserisce nel proprio repertorio credendo che il canto corale sia una fantastica forma di aggregazione e di comunicazione, assolutamente da difendere e tramandare: preghiere, sentimenti, ricordi, stati d'animo dei singoli che per magia diventano una melodia e raggiungono in profondità l'animo di chi sa fermarsi ad ascoltare.

Domenica 19 dicembre, alle 16.30, sempre in chiesa, spazio alla letteratura e al canto con “Raccontami questo Natale”, lettura di racconti inediti scritti appositamente per l’occasione da cinque autori astigiani con canti eseguiti dal vivo da Ilaria Marello, accompagnata dai maestri Cristiano Tibaldi e Andrea Girbaudo. Infine, venerdì 24 dicembre, alle ore 22, in piazza Garons, la tradizionale “Sacra Rappresentazione della Natività” con oltre cento figuranti in costume d’epoca.

Ingresso gratuito. Green pass rafforzato e mascherina obbligatori, in ottemperanza alle normative anti Covid 19.

Al fine di agevolare le operazione di controllo del certificato verde, si consiglia di presentarsi con anticipo rispetto all’orario di inizio del concerto.

Per informazioni:

natalearevigliascoasti@hotmail.it;

www.presepeviventerevigliasco.it.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium